Tempo di lettura: 1 minuto

Ferrara. Si salpa a bordo della Nena, lungo le acque del Po, per rendere omaggio a Michelangelo Antonioni e lungo il percorso fluviale le letture a cura di Ferrara Off. L’itinerario di sabato 23 settembre con partenza alle ore 17.30 da via Darsena.

Un paesaggio di pianura alle foci del Po. Un paese di case basse e colorate. Alla fine di una strada il marciapiede continua. Niente più case ai lati, solo il marciapiede che si prolunga solitario verso l’argine. Accanto al marciapiede alla sera c’è sempre un camioncino vuoto, come se il proprietario abitasse lì, dove non ci sono case“. fiume

Questo è un breve racconto scritto da Michelangelo Antonioni, uno dei tanti che sono rimasti su carta: appunti di film mai girati, immagini orfane di uno schermo, esistenze in attesa di una pellicola che le catturi.

A dieci anni dalla scomparsa del grande regista ferrarese, Ferrara Off,  in collaborazione con la Nena, gli rende omaggio portando gli spettatori “dove non ci sono case”, sulle acque del fiume che ha ispirato il suo primo documentario Gente del Po, in uno stato di sospensione tra immagini pensate e immagini reali, alla scoperta del cinema del passato e di quello ancora da girare.

In caso di maltempo Dove non ci sono case si terrà domenica 24 settembre alle ore 17.30.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *