Cremona. È stato scritto da Dacia Maraini nel ’73 il testo della commedia “Due donne di provincia” che il Gruppo Teatrale Amatoriale Primadonne porta sul palcoscenico del teatro Filodrammatici lunedì 25 marzo alle ore 21. In scena Maia Angela Bartoli ed Enza Latella per la regia di Marinella Pavanello. Il ricavato della serata sarà devoluto al FAI delegazione di Cremona.

Due casalinghe logorate dalla vita si confidano segreti e ricordi mentre si affaccendano nella casa del nipote di una delle due. La conversazione piacevole cede il passo a frustazione e rabbia quando le amiche ripercorrono le loro esistenze annullate dal dovere di accudire i propri uomini.

Il Gruppo Teatrale Amatoriale Primadonne è stato fondato nel 2001 ed ha come obiettivo quello di proporre percorsi di teatro che spaziano dal puro intrattenimento alla prosa seria. La Compagnia si propone per spettacoli in teatri, spazi all’aperto, biblioteche, circoli culturali e centri anziani.

Il testo della Maraini  poggia su una corrosiva rappresentazione della donna mostrata in tutte le sfaccettature dell’ingrato ruolo di casalinga. La conversazione è serrata ma spesso si trasforma in due monologhi paralleli. Il clima giocoso si alterna a momenti di autentica rabbia, fino a culminare in una sorta di delirio verbale.

“Due donne di provincia” indaga sulle fragilità e gli incessanti interrogativi che forgiano l’animo umano. Una storia femminile, “cancellata da alcol, cenere, candeggina e sapone”. La storia di un forte legame o di un amore, chissà: la storia di Due donne di provincia.