Tempo di lettura: 2 minuti

L’ultima novità in casa Twitter si chiama Periscope. E’ un’applicazione che consente a chiunque di trasmettere in diretta streaming la vita di tutti i giorni.
In realtà Periscope non è un’idea originale della casa di San Francisco. Twitter ha infatti acquistato la startup che l’ha ideata per un centinaio di milioni di dollari.

Periscope e Meerkat sono le principali app che permettono la trasmissione in diretta dal proprio smartphone. E’ una rivoluzione nel modo di comunicare perché consente in pochi passaggi di rendere disponibili immagini in movimento da tutto il mondo con la possibilità di conservare i contenuti registrati oppure trasmetterli per una sola volta.

Ma come funziona Periscope ?
Una volta installato (l’app è disponibile sia per IOS e a breve per Android) è necessario associare il proprio account Twitter. L’applicazione vi proporrà fin da subito gli utenti che già seguite in Twitter e vi permetterà di seguirli anche in Periscope.

Per trasmettere è sufficiente attivare camera e microfono, rendere disponibile (se volete) la vostra posizione geografica e il gioco è fatto. In pochi secondi sarete on line ed avrete il riscontro visivo di quante persone vi stanno guardando con commenti e cuoricini di approvazione.

Non sono ancora ben chiare le implicazioni che questo modo di comunicare comporterà.

Di certo è che, a pochi giorni dal rilascio, si stanno già notando tendenze all’utilizzo dell’applicazione per le cose più comuni e banali della vita quotidiana come il mostrare il contenuto del proprio frigorifero, i vagiti del proprio bambino oppure la “necessaria” frenesia del chiedere aiuto agli spettatori su quali scarpe indossare o quale trucco applicare.

Staremo a vedere. Le cose più interessanti che abbiamo potuto notare finora sono le prove di spettacoli teatrali piuttosto che presentazioni di libri in anteprima nonchè lezioni scolastiche catturate di straforo.
E’ sicurissimo che, molto presto, anzi prestissimo, tutto l’apparato della pubblicità si approprierà di questo mezzo inondandoci di reclame e product placement.

D’altronde, nulla è gratis.

CONDIVIDI
Giacomo Armando Rossi
Sono tranquillo, mi sento sempre inadeguato, mi piacciono le nuove tecnologie e vivo sospeso. A volte sparo cazzate. Ma in maniera asimmetrica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *