Tempo di lettura: 1 minuto

Stanno spendendo centinaia di miliardi e investendo pesantemente nelle ultimissime innovazioni tecnologiche, ma la corsa degli editori americani al libro digitale assomiglia tanto a una chimera. Lo sostiene il New York Times secondo cui l’amore delle grandi case editrici per l’e- book ha ben poco di razionale. ”L’interesse da parte dei lettori per i libri digitali e’ ancora decisamente scarso – spiega Daniel O’Brien, analista per Forrester Research – forse, un giorno molto lontano, le cose cambieranno ma per il momento l’oggetto del desiderio rimane il volume cartaceo”. Nonostante questo, le piu’ importanti case editrici continuano a scommettere sul futuro. Barnes & Noble, la piu’ grande catena di librerie Usa, e’ in trattative con Gemstar-Tv Guide International, un’azienda che si occupa di comunicazione e tecnologia, in vista di una fusione che secondo gli analisti, avrebbe senso solo se il commercio del libro digitale diventasse reale.
La speranza generale e’ che il libro elettronico apra nuove opportunita’ per l’asfittico mercato dell’editoria, cosi’ come avvenne negli anni Trenta, con la comparsa delle ‘edizioni economiche’.

CONDIVIDI
Redazione di Popolis
Ci trovate a Leno, in piazza Dominato Leonense. Venite a trovarci. Per contattarci scrivete a: info@popolis.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *