Tempo di lettura: 1 minuto

Mantova – Da alcuni anni a questa parte l’Associazione Culturale “P. Pomponazzo” di Mantova, propone alla cittadinanza musiche e documenti del nostro Risorgimento al fine di valorizzare quel particolare periodo che vide il formarsi di una nuova identità nazionale.

Anche quest’anno ha organizzato un imperdibile evento dal titolo “…e Mantova fu contristata per la sentenza!”, commemorativo del sacrificio dei Martiri di Belfiore. Giovedì 7 dicembre alle ore 18.00, nella Chiesa dei SS. Simone di Mantova.

Nel corso della serata, realizzata con la collaborazione di Caritas Diocesana, la “Compagnia di lettura” leggerà alcuni brani tratti dal “Confortatorio” di Mons. Luigi Martini, mentre il baritono Bruno Boni ed il pianista M° Marino Cavalca, eseguiranno brani vocali e strumentali a tema, alternati alle letture. Ingresso libero e gratuito.

Martiri di Belfiore fu il nome dato al primo gruppo di patrioti italiani condannati a morte per impiccagione a Mantova tra il 1852 e il 1855 in pieno Risorgimento per volontà del governatore generale del Lombardo-Veneto, il feldmaresciallo Josef Radetzky. Prendono il nome dalla valletta di Belfiore, località all’entrata occidentale di Mantova, dove almeno 11 di tali sentenze di morte furono eseguite. Esse rappresentarono il culmine della repressione seguita alla prima guerra d’indipendenza e segnarono il conseguente fallimento di ogni politica di riappacificazione.

La locandina della manifestazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *