Tempo di lettura: 2 minuti

Leno (Brescia) – Solo chi ha solide radici è veramente libero di viaggiare, di vivere, per poi tornare a casa arricchito di tutto ciò che il mondo gli ha mostrato.  Allo stesso modo il nostro corpo ha bisogno di una sua dimensione, di identificare uno spazio vitale proprio per potersi liberamente espandere verso l’altro, per conoscere l’altro e manifestare se stesso.

Ultimamente, forse perchè la società e il tempo in cui viviamo ci porta ad essere più sospettosi verso il prossimo, tendiamo sempre più a far rispettare a chi ci sta di fronte il nostro territorio, facciamo in modo che l'”altro” non invada il nostro spazio vitale. Una diffidenza che ci isola e non ci fa vivere appieno le emozioni.

Condividere lo spazio in maniera armoniosa è, invece, l’intento del corso di LiberaMenteCorpo, associazione nata un anno e mezzo fa e che, in collaborazione con psicomotrici, arteterapeuta e psicoterapeuta aiuta i bambini con disabilità medie e gravi attraverso il movimento.

“Alla base della danza di comunità c’è una visione del movimento finalizzata allo star bene con se stessi e, di conseguenza, con gli altri” – sottolinea Eliana Elesbani, Danza Educatore e insegnante – “obiettivo del movimento è trovare, riconoscere lo spazio personale per poi saperlo condividere in relazione con il prossimo”.

Un percorso che, nell’esperienza del 28 e 29 Marzo promosso da Fondazione Dominato Leonense, viene affrontato prima da un punto di vista fisico/ corporeo, per poi passare a riprodurre il passaggio a livello artistico, nella seconda fase del laboratorio, attraverso arti grafiche e creative come il disegno o la realizzazione con la creta, grazie a Antonella Agosti, arte terapeuta ed esperta di comunicazione creativa e formazione.

“L’arte terapia” – sottolinea Eliana – “è il sostegno ad una mediazione non-verbale attraverso l’uso dei materiali artistici, un processo creativo che nell’atto del fare arte produce benessere, salute e migliora la qualità della vita”.

Attraverso l’espressione artistica, facilitata da un arte terapeuta, è infatti possibile incrementare la consapevolezza di sé, fronteggiare situazioni di difficoltà e stress e godere del piacere che la creatività artistica, affermando la vita, porta con sé.