Tempo di lettura: 2 minuti

Sabato 28 marzo il WWF lancia l’Ora della Terra, Earth Hour, la più grande mobilitazione mondiale contro i cambiamenti climatici dalle 20,30 alle 21,30, un grande girotondo per non “far cascare il Mondo”. Tutti i partecipanti manifesteranno la volontà di fare qualcosa per i cambiamenti climatici, spegnendo le luci e usando solamente la nostra energia perché “L’Energia più potente sei tu!”, come scandisce lo slogan scelto dal WWF.Islanda011

Earth Hour è la grande mobilitazione globale del WWF che, partendo dal gesto simbolico di spegnere le luci per un’ora, coinvolge cittadini, istituzioni e imprese in azioni concrete per dare al mondo un futuro sostenibile e vincere la sfida del cambiamento climatico.

Dalla prima edizione del 2007, che ha coinvolto la sola città di Sidney, la grande ola di buio si è rapidamente propagata in ogni angolo del Pianeta, lasciando al buio piazze, strade e monumenti simbolo come il Colosseo, Piazza Navona, il Cristo Redentore di Rio, la Torre Eiffel, Il Ponte sul Bosforo e tanti altri luoghi d’interesse, per manifestare insieme contro i cambiamenti climatici.samantha-cristoforetti

Un messaggio arriva anche dallo spazio. Samatha Cristoforetti, l’astronauta italiana impegnata nella missione “Futuro”, prima donna italiana nello spazio, ha twittato stamane, invitando i suoi follower a partecipare a Earth Hour, la grande mobilitazione planetaria del WWF sui cambiamenti climatici che si svolgerà sabato 28 marzo. Samantha Cristoforetti si trova in orbita dallo scorso 23 novembre impegnata nel progetto Futura dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI). La stazione sopaziale internazionale è stata lanciata dal cosmodromo di Baikonour, in Kazakistan. lo scorso 23 novembre. Il viaggio durerà 6 mesi.

“Partecipate anche voi all’EarthHour e questo sabato alle 20.30 spegniamo le luci: earthhour.org”, questo il testo del tweet. A Samantha Cristoforetti, che dallo spazio ha un punto di vista davvero speciale rivolto al nostro Pianeta (l’unico che abbiamo!), un grazie speciale dal WWF!oraterra

In Italia saranno 300 gli appuntamenti previsti e appoggiati dall’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica. Molte le città coinvolte, molte oasi del Wwf e tra le new entry anche la Marina Militare italiana, che parteciperà con molte adesioni lungo le nostre aree costiere e portuali.

I monumenti più famosi al mondo spegneranno le proprie luci durante l’Ora della Terra, così come avverrà per le attrazioni di molte delle città italiane: tra queste Roma che spegnerà tra gli altri il Colosseo e Piazza Navona, Milano Castello Sforzesco e Palazzo Marino, oltre all’Expo Gate di Expo 2015, Firenze Palazzo Vecchio, Ponte Vecchio e la statua del David a Piazzale Michelangelo, Bologna Palazzo Accursio e Verona l’Arena. Spenta anche l’illuminazione esterna della Basilica di San Pietro. Durante l’ora di buio verranno organizzate dal WWF numerose iniziative locali, tra le quali spettacoli di danza in piazza, cene a lume di candela o attività dedicate ai più piccoli.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.