Tempo di lettura: 2 minuti

Ferrara – Non serve scomodare i Finzi Contini e il loro giardino per scoprire quali e quanti siano i legami fra l’Italia e l’ebraismo. Fra gli italiani e gli ebrei.

E quali e quanti di questi legami trovino casa a Ferrara. E’ anche grazie a ciò che questa città è sempre più luogo di cultura.

Abbiamo dimenticato, o forse ci hanno abituato a rimuovere, scrive Paolo Rumiz su Repubblicaquanto di israelita si sia travasato nella cultura e nei costumi della Penisola.

Ferrara è un luogo in cui è ancora possibile respirare le antiche tradizioni del mondo ebraico tra le strade e gli edifici del centro storico e dove ci si può soffermare ad ammirare e riflettere sulle zone del ghetto, della sinagoga e del cimitero ebraico.

E’ qui che ha appena aperto i battenti al MEIS – Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. Un museo dedicato alla storia e alla vita ebraica, all’importanza che gli Ebrei hanno avuto per la costruzione e le evoluzioni della storia italiana.

Il MEIS apre nella grande struttura restaurata di Via Piangipane, nel cuore antico di Ferrara, dove fino al 1992 c’erano le carceri cittadine.

Un luogo che nel Novecento è stato centro di segregazione e che oggi diventa simbolo di dialogo e di inclusione tra culture e religioni diverse, di ricerca e didattica.

Fino al 16 settembre 2018, i visitatori troveranno nel museo la mostra “Ebrei, una storia italiana. I primi mille anni”. Un percorso espositivo tra oltre 200 oggetti, 49 epigrafi di età romana e medievale, 121 tra anelli, sigilli, monete, lucerne e amuleti, provenienti dai musei di tutto il mondo, per raccontare il primo millennio dell’Italia ebraica.

Negli spazi del MEIS sarà possibile anche assistere allo spettacolo multimediale “Con gli occhi degli Ebrei italiani”, un viaggio nella storia della penisola dal punto di vista di un ebreo italiano.

CONDIVIDI
La Redazione
Siamo a Leno (Brescia) presso il Centro Polifunzionale di Cassa Padana Banca di Credito Cooperativo. Se volete, venite a trovarci. Vi offriremo un caffè e faremo due chiacchiere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *