Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Storie e curiosità per scoprire la straordinaria vita  e le opere del divino pittore, con approfondimenti e dettagli delle opere esposte nella mostra Raffaello. L’invenzione del divino pittore. Mostra che doveva essere aperta sino al 10 gennaio prossimo, e che è ora chiusa, come del resto tutti i musei per il nuovo DPCM. Salvo proroghe.

Nel frattempo continuano gli appuntamenti dedicati a Raffaello con una nuova imperdibile occasione per celebrare il cinquecentenario del genio urbinate: venerdì 11 dicembre alle ore 21.00 sarà trasmesso lo spettacolo Raffaello scopre Brescia. Un racconto di Luca Scarlini.

Luca Scarlini, scrittore, narratore e voce di “Rai Radio Tre”, ne racconterà la vita e i capolavori in uno spettacolo teatrale. Un percorso a partire dalle due opere parte del patrimonio di Pinacoteca Tosio Martinengo a Brescia fino ad arrivare all’amore per la Fornarina, modello della relazione musa/artista, con affondi su un’esistenza sopra le righe, tra passioni, incontri e la creazione di una vera e propria impresa per la costruzione a la diffusione della leggenda.

L’appuntamento è sulle pagine Facebook e YouTube di Fondazione Brescia Musei, in attesa di tornare a visitare di persona la mostra Raffaello, L’invenzione del divino pittore ospitata al Museo di Santa Giulia di Brescia e curata da Roberta D’Adda, insieme al palinsesto di iniziative che coinvolge l’intera regione.

Gli eventi legati alla mostra Raffaello. L’invenzione del divino pittore proseguono inoltre con altri due incontri on line:

Mercoledì 9 dicembre  dalle 18.30 è in calendario l’incontro online con lo storico dell’arte e scrittore Stefano Zuffi, che dialoga con il giornalista Massimo Tedeschi e presenta il suo nuovo libro Eterni ragazzi. Raffaello e Mozart, due vite allo specchio.

Venerdì 11 dicembre alle ore 18.00, ultimo appuntamento con il ciclo di conferenze dedicate al genio urbinate presso l’Ateneo di Brescia: l’incontro è dedicato al tema Giuseppe Bossi e Raffaello al Castello Sforzesco di Milano e sarà condotto dal Dott. Claudio Salsi, Direttore  dell’Area Soprintendenza Castello Sforzesco, Musei Archeologici e Musei Storici del Comune di Milano.