Brescia. Venerdì 4 marzo a Brescia un convegno sul tema promosso dall’Associazione Montessori:I bambini e la violenza. come educare con coraggio e al coraggio al tempo del terrorismo globale” alle 20.30 presso l’aula Montini del Polo Diocesano, in via Bollani, 20.

Dar voce alle domande che molto spesso ci vengono rivolte da insegnanti e genitori su come affrontare con bambini e adolescenti il tema del terrorismo e della violenza in generale che, purtroppo, sempre con più frequenza, stanno entrando nelle nostre vite attraverso i media.bambini

A parlarne sarà il Daniele Novara, pedagogista e fondatore del Centro Psicopedagogico per la Pace e la gestione dei conflitti di Piacenza che spiegherà a genitori ed insegnanti come evitare di “terrorizzare i bambini con il terrorismo, di rispettarli secondo la loro età”.

“Condividendo la preoccupazione del Novara sul default psicopedagogico a cui stiamo assistendo, l’Associazione Montessori ha voluto contribuire significativamente a creare un momento di riflessione e di confronto per ricordare ai genitori, agli insegnanti, agli educatori e a tutti coloro che a vario titolo sono a contatto con il mondo dell’infanzia  che le nostre parole possono causare nei bambini enormi danni” Spiega Rosa Giudetti, presidente dell’Associazione Montessori Brescia.

Scegliere come e quando affrontare questo tipo di tematiche risulta un compito non facile, un argomento su cui vale sicuramente la pena fare una riflessione seria.bambini 1

Daniele Novara, pedagogista, consulente e formatore, nato nel 1957, vive a Piacenza dove nel 1989 ha fondato il Centro Psicopedagogico per la Pace e la gestione dei conflitti, istituto orientato alla formazione e ai processi di apprendimento nelle situazioni di conflittualità. Negli anni ha ideato, progettato e realizzato attività interattive (tra queste la mostra Conflitti, litigi e altre rotture per ragazzi tra gli 11 e i 16 anni; e gli spettacoli “Anna è furiosa” per bambini e “Cosa vuoi da me, papà?” per adolescenti); e ha inventato vari strumenti educativi e formativi: la conversazione maieutica, il Cestino della rabbia, il Cassetto delle Tracce, il Diario dei Conflitti.

Nel 2000 ha progettato un Centro Educativo a Shtupel (Klina) in Kosovo per bambini dai 2 ai 5 anni, che è stato attivo fino al 2011. Dal 2002 dirige la rivista Conflitti. Rivista italiana di ricerca e formazione psicopedagogica. Dal 2004 è docente del Master in Formazione Interculturale presso l’Università Cattolica di Milano. Ha ideato una nuova modalità di aiuto nella gestione dei conflitti: il Colloquio Maieutico. Ha ideato la Conversazione Maieutica uno strumento educativo per l’adolescenza.

Gestisce lo sportello di consulenza pedagogica per genitori presso il CPP di Piacenza e presso la sede CPP di Milano. È direttore scientifico della Scuola Genitori, progetto partito da Piacenza e ora presente in molte città italiane. È consulente scientifico del Centro di Formazione Professionale Polivalente di Lecco e consulente pedagogico dei Nidi e delle Scuole dell’Infanzia Doremibaby di Milano. È autore di numerosi  libri e pubblicazioni.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.