Tempo di lettura: 2 minuti

Brescia. Venerdì 7 aprile alle ore 18.00 il Bike Point ospiterà “Edueruote”, il primo incontro dedicato all’educazione ciclistica e alla scoperta dei percorsi migliori all’interno della città di Brescia per gli appassionati delle due ruote. Tutto quello che avreste sempre voluto sapere per divertirvi sulle due ruote.

Aprile porta in Largo Formentone la prima della serie di mini conferenze sul tema della salute, dello sport e del movimento in generale previste dal fitto programma di eventi organizzati presso il Bike Point.

Gli Amici della Bici dialogheranno con il pubblico sul tema della sicurezza stradale per gli appassionati della bicicletta, ma anche per chi solo ogni tanto ama pedalare all’aria aperta.

Sarà l’occasione per scoprire quelle semplici ma importanti regole che devono essere rispettate, soprattutto in città, e conoscere alcuni comportamenti consigliati in situazioni particolari che solitamente sono sconosciuti ai più.

L’esperienza dei relatori sarà inoltre messa a disposizione del pubblico per fornire suggerimenti su come scoprire una Brescia diversa dal punto di vista delle due ruote: tanti percorsi ed itinerari,  suddivisi per difficoltà, per tema, per stagione, utili per evitare le strade più trafficate e dedicarsi esclusivamente al divertimento.

Ciclisti amatoriali, curiosi, amanti e simpatizzanti delle due ruote sono tutti invitati per una chiacchierata nella splendida cornice di Largo Formentone in primavera, un momento di incontro per scoprire come i ciclisti possano convivere pacificamente con automobilisti e pedoni e come la bicicletta possa essere il mezzo migliore per visitare Brescia, i suoi luoghi più celebri e quelli più nascosti.

Prossimo appuntamento sabato 22 aprile dalle 15.00 alle 18.00 sul piazzale di Largo Formentone con “Ciclofficina Open Air”, il pomeriggio in cui i tecnici del Bike Point effettueranno riparazioni e check up gratuiti delle biciclette.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *