Tempo di lettura: 3 minuti

Elian, 3 anni. La mamma mi spedisce i lavori del figlio

Quando inviate i disegni dei vostri “cuccioli” , sarebbe bene mettere una freccia sul margine alto…in modo che la sottoscritta possa capire in che posizione era stato tenuto il foglio, al momento della redazione iconica.

Qui abbiamo “scarabocchi” molto significativi, nonostante manchino indicazioni preziose… di un personaggio che risulta:disegni_elian1

  • cosciente di essere al centro dell’attenzione affettivo/emotiva dell’ habitat
  • tendente a dare tutto di sé, per essere all’altezza delle aspettative del nucleo
  • capace di determinazione e di un po’ di cocciutaggine
  • resistente per forza di volontà, tenace nei suoi obbiettivi
  • imperativo
  • logico
  • già capace di rendersi ben conto, in modo intuitivo, di chi lo circonda
  • con scariche di reattività collerica, non sempre completamente sfogate
  • può diventare un “vincente”, ma corre il rischio di essere viziato (a lui piace tanto!)
  • ha bisogno di punti di riferimento maschili, oltre che femminili


disegni_elian2Non so se Elian
 abbia verbalizzato, raccontato qualcosa, mentre produceva i suoi capolavori. Se lo ha fatto, dando il nome alle linee (“questo è il cavallo”; “questa è la mamma”…ecc) sarebbe interessante sapere che cosa volesse riprodurre…anche questo è molto indicativo, tanto che le insegnanti, di solito, chiedono al bimbo e poi scrivono, vicino a questa o a quella linea, ciò che è per l’artista. Se Elian ha verbalizzato, è già passato alla fase di scarabocchio intenzionale.

Se non l’ha fatto, è probabilmente prossimo a raggiungerla. E, qui, mi sento in dovere di tranquillizzare le Mamme che si preoccupano, quando il bambino “non fa le cose che gli altri già fanno”, ad esempio, riprodurre (seppur grossolanamente) lo schema corporeo di testa, filamenti braccia/gambe, nella media verso i 3 anni, 3 anni e mezzo. Ogni bambino ha il proprio ritmo di apprendimento…qualcuno cammina prima, qualcuno parla dopo…ma non vuol dire che siano pregi o problemi intellettivi.

In questi “disegni”, sussistono alcuni contrasti, tra ispessimento del tratto (tendenza a reagire in modo immotivato) e continuità di linea (indicante logica e coerenza…per quanto possibile a tre anni; l’indicazione, comunque, è per le possibilità’, le potenzialità anche future).

Potrebbe essere utile applicare alcune tecniche per instaurare/consolidare più tipologie di memoria: quella visiva, quella di confronto, quella uditiva, quella cinestesica, ecc. Le sollecitazioni vanno date in contemporanea: la Mamma indica e spiega (a voce alta, in linguaggio comprensibile) una caratteristica di un oggetto, e lo fa toccare al bambino.

disegni_elian3Esempio: la corteccia di un albero e la corteccia di un altro albero, diverso per struttura dal primo. Spiega che questa è ruvida (e fa appoggiare la manina) e che questa è liscia (idem). Che quella ruvida è di colore X e quella liscia, y. Fa osservare le formiche che vanno o verso l’alto o verso il basso…dopo di che ci si allontana di qualche passo…

…e inizia il gioco: ”raggiungi la corteccia ruvida “( o scura, o senza formiche..ecc). Come si può notare è un gioco molto facile.
Richiede solo un po’ di tempo con il bambino e voglia di divertirsi, facendo apprendere.
I vantaggi:

  1. stare col bambino in rapporto diretto ed esclusivo
  2. insegnare parole e sensazioni nuove
  3. mettere in collegamento più funzioni cerebrali, creando “facilmente” nuove possibilità di comprensione

Dobbiamo sempre ricordare che il bambino impara per imitazione dell’adulto…e se l’adulto gli dimostra affetto ed attenzione…impara meglio!

CONDIVIDI
Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *