Romano di Lombardia, Bergamo. Attraversa le provincie di Bergamo e Cremona il fiume Serio, il paesaggio dell’area protetta del Parco è frutto del rapporto millenario tra uomo e ambiente. Il Parco del Serio indice la IX° edizione de “Emozioni sul Serio”, “I Luoghi del cuore nel Parco” un concorso per fotografie e video volto a raccogliere, esporre e premiare tutte quelle opere che possano testimoniare il territorio del Parco al fine di farne conoscere il valore naturalistico e storico paesistico. Il concorso è aperto a tutti anche a semplici appassionati, italiani o stranieri, con consegna sino alle ore 15.00 di venerdì 19 Ottobre.

Attraverso il concorso l’Ente vuole promuovere una maggiore attenzione al rispetto delle peculiarità ambientali del Parco, affinché i visitatori e le nuove generazioni contribuiscano alla sua tutela e valorizzazione.

In particolare l’elemento caratterizzante del parco dal punto di vista paesaggistico, che superata la Val Seriana, nel suo medio tratto è connotato dalla presenza di un’alternanza di zone agricole e zone naturaliformi con alternanza di prati e boschetti. L’edificato è caratterizzato dalla presenza di cascine storiche e luoghi di grande interesse architettonico: in particolare i castelli Colleoneschi e i centri storici medievali di Urgnano, Cologno al Serio, Martinengo e Romano di lombardia e più a sud, in provincia di Cremona, numerose ville e palazzi storici.

Il tema del concorso spazia nei luoghi e nel territorio nelle quali identificare un particolare aspetto geografico, morfologico o naturalistico. Essi rappresentano quelle parti di un paesaggio all’interno del quale il rapporto tra natura e uomo, ha creato relazioni tali da farlo identificare come elemento peculiare e significativo. I Luoghi del cuore rappresentano allora quegli ambiti privilegiati dove è possibile evocare memorie, provare emozioni, percepire sensazioni grazie al continuo mutare ed evolversi delle vedute possibili.

I partecipanti possono proporre fotografie ed è possibile presentarne un massimo di 5, a colori o in bianco e nero, orizzontali o verticali, scattate o riprese anche tramite comuni telefoni, smartphone e tablet, da consegnare esclusivamente su file. Ogni insieme di elaborati presentati da un autore dovrà essere accompagnato da una breve scheda descrittiva del luogo di scatto di ogni singola fotografia e di ciò che viene rappresentato attraverso il singolo scatto .

Per la sezione video è possibile presentare un video a colori, in bianco e nero o di animazione grafica. La durata del video deve essere di durata massima di 5′, compresi gli eventuali credits. I video devono essere originali e l’autore deve essere titolare del copyright del video, della sceneggiatura, della colonna sonora e avere la liberatoria delle location utilizzate.

L’unica modalità di iscrizione al concorso prevista è la consegna dei file presso la sede del Parco del Serio via posta elettronica o a mano. L’autore deve compilare in ogni sua parte il modulo di iscrizione con dati veritieri e riscontrabili e accettare i termini del presente regolamento e della legge sulla privacy.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.