Tempo di lettura: 2 minuti

BurielCastellucchio (Mantova) – Il 6 gennaio a Castellucchio è in programma il Buriel e, come da tradizione, si brucia la vecchia scaldandosi con vin brulé e ceci. La festa è organizzata dal centro sociale Don Vigilio Gorgatti in collaborazione con la scuola di musica Roberto Goitre.

Alle 17, presso la scuola di musica, si esibiscono gli allievi della scuola, a seguire “Natale nel mondo”: repertorio natalizio per due violoncelli. Alle 18.10 è il momento dei Moonshiner e poi dei Wild Child (tributo ai The Doors). Alle 18.30, dall’altro lato della strada, viene acceso il buriel, si gustano i ceci accompagnati dal vin brulé e il centro sociale Don Vigilio Gorgatti prepara il risotto. Le offerte raccolte saranno devolute per le adozioni a distanza.

Sotto il portico della scuola anche quest’anno è stato realizzato il presepe.

Il buriel (in italiano “falò”) rappresenta una tradizione con radici molto antiche; questa tradizione si rinnova ciclicamente con due date ben precise: il 6 gennaio, giorno dell’Epifania, o il 17 gennaio, giorno in cui, specialmente nelle campagne, si festeggia San Antonio Abate, protettore degli animali.

burielIl buriel della Befana è il caratteristico rogo, formato da un’alta pila di legname, sfalci, fascine di legna, con in cima la “vecia”: un fantoccio di stracci che rappresenta la Befana.

Il fuoco viene attentamente osservato per capire se l’annata sarà buona o cattiva; qui ci son varie teorie: c’è chi osserva come brucia la vecia, se cade bruciando il raccolto sarà scarso mentre se brucia restando sulla cima si prospetta un anno ricco; c’è anche chi interpreta di buon auspicio il fatto che il rogo prenda fuoco agevolmente e bruci restando bello compatto mentre è segno di sventura se il falò si accende male e brucia solo da un lato facendo inclinare o addirittura crollare la catasta.

CONDIVIDI
Stefania Scalari
Vivo vicino a Mantova, adoro la mia città circondata dall'acqua e la natura spesso nascosta nella nebbia... Vista la mia passione per l'acqua e la campagna, ho studiato "Ingegneria per l'ambiente e il territorio". Sono molto appassionata di tutto ciò che riguarda la tecnologia, ma adoro anche leggere e dedicarmi agli altri per cui collaboro con varie associazioni attive a Castellucchio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *