Tempo di lettura: 1 minuto

Cremona. Anche nella provincia di Cremona è partita la campagna “Ero straniero”, per una legge d’iniziativa popolare in tema d’immigrazione che ha come obiettivo il superamento della legge Bossi – Fini e il cambiamento delle politiche sull’immigrazione, attraverso il lavoro e l’inclusione sociale.

Per approfondire i punti principali della campagna lunedì 26 giugno alle ore 17.30 allo Spazio Comune in piazza Stradivari un incontro con Antonio Russo, responsabile politiche sociali ACLI Nazionali e Ilaria Scovazzi responsabile immigrazione ARCI Lombardia. Sul piatto il dibattito per cambiare le politiche sull’immigrazione, governare i flussi e vedere le opportunità per il paese.

L’iniziativa a livello nazionale è promossa da Radicali Italiani insieme a Fondazione Casa della carità “Angelo Abriani”, ACLI, ARCI, ASGI, Centro Astalli, CNCA, A Buon Diritto, CILD, con il sostegno di numerose organizzazioni impegnate sul fronte dell’immigrazione, tra cui Caritas Italiana, Fondazione Migrantes, Comunità di Sant’Egidio, Libera e tante associazioni locali.  La proposta è stata sottoscritta anche da 60 sindaci, tra i quali anche il sindaco di Cremona Galimberti.

A Cremona il comitato promotore è composto da: Acli Provinciali, Arci Cremona, Articolo 32, Asgi, Associazione Immigrati Cittadini, Associazione Donne Senza Frontiere, Caritas Cremonese, Cisvol, Forum Provinciale Terzo  Settore, Git Banca Etica, Legambiente, Libera, Movimemto Federalista Europeo.

Nel corso della serata sarà possibile firmare per la proposta di legge di iniziativa popolare  “Ero straniero”. Con il Patrocinio e la Collaborazione del Comune di Cremona.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *