Ono San Pietro (Brescia) – Sono in distribuzione da aprile 2016 in tutto il territorio della Valle Camonica i manifesti e le brochure realizzati su iniziativa e per volere dell’ Associazione Dieci, contenenti i recapiti telefonici dei principali servizi antiviolenza cui le donne sottoposte a violenze fisiche e psicologiche possono rivolgersi per chiedere aiuto, per sé e/o per i propri figli.

Gratuiti e redatti in quattro lingue – italiano, inglese, francese e arabo – per favorirne la massima fruibilità, sia per la popolazione locale che per gli immigrati di diverse nazionalità, i manifesti e le brochure sono reperibili nei luoghi aperti al pubblico di tutto il territorio della Valle (ambulatori, uffici pubblici, luoghi di incontro etc.).

Un gesto concreto di Dieci per dire no al fenomeno della violenza sulle donne, purtroppo in espansione continua nonostante la maggior attenzione rispetto al passato da parte dei media e delle istituzioni. Una sofferenza che ancora troppe donne vivono nel silenzio e nell’isolamento, schiacciate dalla paura.

L’appello che Dieci rivolge agli abitanti della Valle Camonica è quello di favorire la più ampia divulgazione e diffusione di questi materiali informativi e di segnalare agli enti preposti qualsiasi situazione che necessiti di intervento da parte dei centri antiviolenza.

Affinché chi agisce con violenza si senta accerchiato e le vittime possano uscire dall’isolamento, trovando finalmente la forza per denunciare.

———————————————————————————————————————————

Dieci è un’Associazione di Promozione Sociale senza scopo di lucro nata il 28 marzo 2015 per volontà di Erica e Omar Patti, mamma e zio di Andrea e Davide, uccisi dal padre nel luglio del 2013, nonostante le 10 denunce per violenza e stalking a suo carico. Dieci si prefigge di sostenere le famiglie in difficoltà, in particolare modo i bambini e le donne vittime di ogni forma di violenza. Obiettivo di Dieci è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica ad una riflessione sulla violenza familiare ed extrafamiliare al fine di prevenire tale fenomeno, attraverso la promozione di un vero e proprio cambiamento culturale.