Tempo di lettura: 2 minuti

Torre Pallavicina, Bergamo. Il mulino da Basso, oltre che un luogo affascinate e ricco di storia del territorio, è anche la sede del Parco Oglio Nord che in autunno sfodera colori e atmosfere che di per se invogliano mettere in gioco la fantasia. Piccolo Parallelo, una delle realtà culturali e teatrali più attive in Italia, da il via in queste giornate d’autunno a “Essenze di fiume” con una serie di eventi per coinvolgere un pubblico trasversale.

Prende il via mercoledì 16 ottobre il Laboratorio Teatrale di Enzo, una delle anime di Piccolo Parallelo, e giovedì 18 il primo appuntamento della Rassegna di Docu /FIlm a carattere naturalistico in collaborazione con il Sondrio Film Festival.

Il Laboratorio rivolto a chi, non necessariamente artista o aspirante tale, è curioso e deciso ad intraprendere un percorso di conoscenza di sé senza paura di relazionarsi agli altri e allo spazio. Un Laboratorio Teatrale al Molino di Basso, in queste particolare zona del Parco dell’Oglio, vuol dire la possibilità di lavorare all’interno, ma anche, finché il tempo lo permetterà, all’esterno, fra i boschi e lungo il fiume. Fra i campi di grano e il rumore delle acque.

“Il mio Teatro, quello che faccio, che amo e frequento è fatto di calore e passione, di sentimenti che hanno voglia di esplodere, di forza e di tenerezza. Un Teatro di persone che ha voglia di musica e di danza e che ha bisogno di spazi ampi in cui perdersi e in cui sognare”. Afferma Enzo G. Cecchi.

Venerdì 18 con il docu/film “Gli orsi della kamchatka – inizia la vita” di Irina Zhuravleva, si viaggia al Santuario Federale della Kamchatka meridionale è spesso definito un paradiso per gli orsi. La troupe del documentario ha passato sette mesi qui per osservare e filmare i segreti della vita quotidiana dei cuccioli d’orso nel loro primo anno di vita. La musica, i suoni dell’ambiente e l’assenza di voci umane nel documentario permettono allo spettatore di immergersi nella bellezza della natura selvaggia, fra vulcani, fiumi e animali selvatici.

Sono solo i primi dei tanti appuntamenti previsti nella rassegna Essenze di Fiume, il programma.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *