Tempo di lettura: 2 minuti

Castello di Petroia (Perugia)  – Mura millenarie si elevano intatte nel tempo sotto lo sguardo di stelle dalle origini milionarie, che brillano in uno dei cieli considerati tra i più bui d’Italia, privo di ogni tipo di inquinamento luminoso.

La luce, nel borgo medievale del Castello di Petroia  –il maniero dove è nato Federico da Montefeltro sulla strada tra Gubbio e Perugia – il 5 agosto arriva solo dal grande braciere posizionato nella piazzetta di “bianco sassolino” e dalle candele che segnano il percorso, dove il mAstro Massimo si destreggia tra le scintille dei carboni, per deliziare tutti con le bruschette umbre e l’arrosto fumante di carni locali e chianina proveniente dalle valli e dai pascoli che circondano l’imponente fortezza.

È una delle serate dedicate alle “Grigliate Astronomiche” dal Castello di Petroia e dagli esperti di Astronomitaly, che dopo il momento culinario, muniti di telescopi, incantano gli ospiti svelando loro le meraviglie del firmamento.

La sera del 5 agosto è dedicata alla scoperta della galassia di Andromeda, distante “solo” poco più di 2 milioni di anni luce dalla Terra, fotografata nella sua affascinante forma a spirale. Poi, quando la notte entra nel vivo, con l’avanzamento della costellazione di Perso in cielo, è più facile assistere anche allo spettacolo sognante delle stelle cadenti.

L’ultimo appuntamento con le Grigliate Astronomiche è poi il 10 agosto, nella notte di San Lorenzo.

Il costo della serata, compresa la grigliata e l’osservazione astronomica, è di 45 euro a persona. Per chi soggiorna tra le eleganti camere e suite del Castello di Petroia, il prezzo è da 240 euro per 2 persone a notte, da 390 euro per 2 notti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *