Ferrara. Eleganti delizie rinascimentali, ville circondate da parchi e giardini, accoglienti aie di campagna, case coloniche e piccoli santuari: Esterno Verde sabato 3 e domenica 4 ottobre invita i curiosi ad esplorare la campagna che si stende oltre alle mura di Ferrara, punteggiata di luoghi straordinari, attraverso i quali è possibile leggere il passato e il presente del territorio.Per un weekend saranno eccezionalmente aperti al pubblico parchi e giardini privati di suggestive dimore storiche, distribuiti lungo un percorso che dal capoluogo estense si svolgerà attraversando le frazioni di Pontegradella, Baura, Contrapo, Codrea e Quartesana, per giungere fino a Sabbioncello San Vittore, Ducentola e Aguscello, e infine tornare verso il centro città.

L’associazione Ilturco, che dal 2016 cura Interno Verde, che da poco ha festeggiato la quinta partecipatissima edizione, ha voluto riservare alla scoperta del patrimonio storico, architettonico e paesaggistico della provincia un momento speciale e dedicato.

«Nel 2019 abbiamo sperimentato per la prima volta questo tipo di proposta, coinvolgendo i proprietari delle ville e degli agriturismi, invitando le persone che apprezzano l’atmosfera raccolta dei giardini segreti del centro storico a vivere un’esperienza diversa, a guardare con occhi nuovi la provincia e le tante sorprese che custodisce», raccontano gli organizzatori.

«Consigliavamo un percorso in bicicletta, da incrociare con le gite in battello lungo il Po di Volano e le corse dei treni che, diretti verso Codigoro, fermano a Quartesana. La collaborazione avviata quest’anno con l’associazione Metropoli di Paesaggio, impegnata nella costruzione del nuovo pontile di Baura, che verrà inaugurato proprio sabato 3 ottobre, ci aiuterà a migliorare i collegamenti tra i vari paesi e trasformerà Esterno Verde in una vera e propria festa. Abbiamo studiato un programma comune che comprenderà l’inaugurazione dell’attracco, momenti conviviali e approfondimenti, oltre naturalmente alla straordinaria apertura al pubblico di tanti luoghi solitamente non accessibili».

La navigazione tra Ferrara, Baura e Sabbioncello sarà gratuita a bordo del battello Nena, sul quale sarà possibile trasportare anche le biciclette (su prenotazione: 3477139988). Un servizio di noleggio bici, sempre gratuito, sarà a disposizione presso il nuovo pontile di Baura e a Quartesana (su prenotazione: info@metropolidipaesaggio.it). Nella creazione dell’itinerario su due ruote sarà di supporto anche il collegamento ferroviario che collega Quartesana al centro città, con treni e autobus che possono caricare i mezzi.

Le iscrizioni a Esterno Verde sono già aperte online al sito www.internoverde.it. Durante l’evento, sabato 3 e domenica 4 ottobre, ci si potrà iscrivere presso i seguenti infopoint, aperti dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18: nello splendido giardino di via Pomposa 70, presso le scuole di Baura, al Circolo Acli di Quartesana.

L’iscrizione – valida per entrambe le giornate – prevede un contributo di 10 euro, gratis per i bambini fino ai 13 anni, e comprende il braccialetto che funziona da pass di accesso, la mappa dei luoghi aperti e il libretto con le loro descrizioni e fotografie. Per saperne di più: info@internoverde.it.

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.