Partirà il 9 marzo il bando nazionale “voucher TEM digitali”, dedicato alle imprese che vogliono espandersi o consolidarsi sui mercati esteri.

La misura finanzierà l’inserimento in azienda di figure specializzate – i temporary export manager (TEM) con competenze digitali – in grado di accompagnare e potenziare i processi di internazionalizzazione.

Il bando è riservato alle piccole imprese del settore manifatturiero, con meno di 50 addetti e con sede legale in Italia, anche costituite in forma di rete.

Il voucher previsto ammonta a 20 mila euro per impresa (40 mila per le reti) e passa a 30 mila euro, se vengono raggiunti gli obiettivi previsti di crescita di fatturato export e di quota delle esportazioni sul fatturato totale.

Le attività di consulenza possono riguardare:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri;
  • l’individuazione e l’acquisizione di nuovi clienti;
  • l’assistenza nella contrattualistica per l’internazionalizzazione;
  • l’incremento della presenza nelle piattaforme di e-commerce;
  • l’integrazione dei canali di marketing online;
  • la gestione evoluta dei flussi logistici.

Per utilizzare il voucher, le imprese dovranno stipulare con i Temporary Export Manager, o le società di TEM, iscritti nell’apposito elenco del Ministero, contratti di consulenza per l’internazionalizzazione della durata minima di un anno (2 anni per le reti).

A disposizione ci sono 50 milioni di euro. Le domande saranno valutate in ordine cronologico.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome