Tempo di lettura: 2 minuti

Milano. Fa’ la cosa giusta, è la prima e la più grande fiera nazionale del consumo critico e stili di vita sostenibili. La sedicesima edizione dell’evento si svolgerà dal 8 al 10 marzo, nei padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity, la principale vetrina delle ultime proposte per vivere etico e a impatto zero.

Fa’ la costa giusta compie quest’anno 16 anni, si conferma una realtà ormai consolidata che ogni anno offre, ad un pubblico in costante aumento, sempre nuovi e spunti e stimoli per alleggerire la nostra impronta sul Pianeta, verso stili di vita consapevoli e giusti.

Tre giorni intensi nella consueta location di fieramilanocity a Milano, dalle ultime tecnologie di autoproduzione alla riscoperta delle antiche tradizioni culinarie: innovazioni, laboratori e prodotti per vivere la quotidianità in modo più leggero per sé e per l’ambiente.

L’edizione  si articolerà in 10 sezioni tematiche e da alcuni spazi speciali che ogni anno approfondiscono i diversi aspetti della sostenibilità, che spazieranno dall’alimentazione biologica alla moda etica, passando per la mobilità elettrica, le nuove tecnologie applicate alla sostenibilità e alle attività creative per bimbi e famiglie.

Tra le novità di quest’anno Plurale Femminile,  uno spazio dedicato al ruolo delle donne nella società e nel mondo del lavoro;  il Porto di ​ Fa’ la cosa giusta!: ​una piazza dove  scienziati, velisti, geografi, pedagogisti, esploratori e giornalisti, racconteranno, le criticità nella salute dell ‘ecosistema marino​, ma anche dei corsi d’acqua dolce e delle  acque interne; ​ l’accoglienza. Si conferma come lo scorso anno il percorso “Sfide, la scuola di tutti” .

Nata nel 2004 da un progetto della casa editrice Terre di mezzo ha la finalità di far conoscere e diffondere sul territorio nazionale le “buone pratiche” di consumo e produzione e di valorizzare le specificità e le eccellenze, in rete e in sinergia con il tessuto istituzionale, associativo e imprenditoriale locale.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *