Tempo di lettura: 4 minuti

Brescia. “Voi li avete votati nel 2020. Ora possiamo cominciare a intervenire” Parola del FAI che annuncia l’inizio dei venti luoghi e le loro storie speciali: venti progetti di restauro e valorizzazione sostenuti dal FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano e da Intesa Sanpaolo.

La 10ª edizione del censimento “I Luoghi del Cuore”, lanciata a maggio dello scorso anno ancora nel pieno della pandemia, ha raggiunto il miglior risultato di sempre con 2.353.932 voti raccolti, confermando più che mai il valore sociale di questa iniziativa che dà voce ai cittadini, che con amore e impegno si sono mobilitati per dare un futuro attraverso il loro voto a luoghi riconosciuti di valore per territori e comunità. Ora per 20 di questi luoghi, in 13 regioni, sta per essere scritta una nuova pagina di storia grazie ai progetti di restauro e valorizzazione che sarà possibile realizzare con 370.000 euro messi a disposizione per il censimento 2020 da FAI – Fondo per l’Ambiente Italiano e Intesa Sanpaolo.

Iniziamo dai beni del territorio: al Castello di Brescia, al 3° posto con 43.469 voti, spettano 30.000 euro che permetteranno di riattivare il suggestivo percorso della Strada del Soccorso, che potrà essere riaperta al pubblico valorizzata da una nuova illuminazione.

Alla Ferrovia Cuneo-Ventimiglia-Nizza, 1ª classificata con 75.586 voti, vengono assegnati 55.000 euro, con i quali il FAI realizzerà un video-racconto di territorio, da allestire in due siti simbolici, uno in Piemonte e uno in Liguria, per promuovere i luoghi di eccezionale valore storico e ambientale che questo treno attraversa e congiunge, e che solo questo treno – se si incrementano le corse – può salvare da un progressivo isolamento.

Saranno invece 20.000 euro i fondi destinati alla Chiesa di Ignazio Gardella ad Alessandria, opera prima del grande architetto razionalista e luogo più segnalato nella classifica dei Luoghi storici della salute con 30.391 voti, che verrà messa in sicurezza attraverso l’impermeabilizzazione delle coperture, e all’affascinante Eremo di Sant’Onofrio al Morrone a Sulmona (AQ), legato alla memoria di Celestino V, e vincitore del premio in palio per la classifica Italia sopra i 600 metri con 22.442 voti, il cui progetto è ancora in via di definizione.

Resta invece congelato il contributo di 45.000 euro per il Castello di Sammezzano a Reggello (FI), al 2° posto della classifica nazionale con 62.690 voti, la cui attuale situazione proprietaria – a fine 2019 è tornato proprietà della Sammezzano Castle Srl, uscita da una procedura di fallimento, società di cui non sono noti programmi di lungo termine e in particolare l’intenzione di mantenere una fruizione pubblica, anche parziale, dell’edificio – non consente l’erogazione di finanziamenti de “I Luoghi del Cuore”.

Oltre a questi quattro altri sedici progetti, scelti nell’ambito del Bando per la selezione degli interventi promosso al termine della 10ª edizione del censimento. Dei 225 luoghi che avevano ricevuto almeno 2.000 voti (soglia minima per poter partecipare al bando), 85 hanno presentato al FAI una richiesta di sostegno, candidandosi a ottenere un contributo economico per un progetto di restauro o valorizzazione oppure istruttorie condotte dagli uffici della Fondazione per tutelare contesti minacciati. Le domande sono state valutate da una commissione multidisciplinare interna al FAI composta da architetti, storici dell’arte, archeologi, paesaggisti, esperti di restauro e valorizzazione, secondo 8 parametri: numero di voti raccolti, qualità e innovazione delle proposte, possibilità di effettuare un intervento duraturo, valore identitario dei luoghi, così come quello storico-artistico, archeologico o naturalistico, costruzione di reti e partnership, attività di comunicazione previste e urgenza di intervenire.

Ecco la classifica:

• Cuneo-Ventimiglia-Nizza: la Ferrovia delle Meraviglie (1° classificato)
• Il contributo per il Castello di Sammezzano a Reggello (FI) – 2° classificato – resta per il momento congelato.
• Castello di Brescia (3° classificato)
• La Via delle Collegiate, Modica (RG) (4° classificato)
• Ospedale e Chiesa di Ignazio Gardella, Alessandria (5° classificato e vincitore Luoghi storici della salute)
• Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore, Modica (RG) (6° classificato)
• Ponte Acquedotto, Gravina in Puglia (BA) (7° classificato e “Luogo del Cuore” più votato sul web)
• Eremo di Sant’Onofrio al Morrone, Sulmona (AQ) (9° classificato e vincitore Italia sopra i 600 metri)
• Chiesa Santa Maria Gesù Lo Piano, Polizzi Generosa (PA) (13° classificato)
• Forte Aurelia, Roma (19° classificato)
• Tempio di Hera, già “Cattedra” di Pitagora, in Megale Ellas, Bernalda (MT) (27° classificato)
• Bacino del Rio Grande, Amelia (TR) (29° classificato)
• Fescina, Quarto (NA) (34° classificato)
• Borgo di Monesteroli, La Spezia (38° classificato)
• Tempio internazionale del Donatore, Pianezze di Valdobbiadene (TV) (42° classificato)
• Giardino degli Angeli, Castel San Pietro Terme (BO) (47° classificato)
• Chiesa di Santa Eufemia, Corte Franca (BS) (51° classificato)
• La Floridiana, Napoli (58° classificato)
• Cortile di San Cosimato, Roma (76° classificato)
• Portovecchio – Zona Militare, Mirandola (MO) (139° classificato)
• Chiesa e Museo di San Cassiano di Controne, Bagni di Lucca (LU) (142° classificato)

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome