Tempo di lettura: 1 minuto

Lumezzane e Manerbio (Brescia) – Giacomo lascia per questa volta i compagni Aldo e Giovanni con cui ha fondato il trio comico italiano più famoso (chiamato anche il trio delle meraviglie, perché dal 1991 miete successi con i suoi spettacoli teatrali, televisivi e cinematografici) e arriva nell’inedita veste di solista con un monologo da lui scritto con la collaborazione di Luca Doninelli e diretto da Andrea Chiodi (regista di talento che doppia l’appuntamento con l’Odeon portando nella seconda parte della Stagione, il 19 febbraio, La bisbetica domata).

Accompagnano lo spettacolo le musiche originali di Ferdinando Baroffio. Le scene sono di Ilaria Ariemme. La produzione è Agidi.

FARE UN’ANIMA accoglie divagazioni e provocazioni su un organo che i moderni manuali di anatomia non contemplano ma di cui da millenni gli uomini di ogni latitudine hanno parlato: quando si sviluppa l’anima in un essere vivente?

Esiste realmente o è solo una chimera, un desiderio? Oppure è così infinitesimale che non la si vede nemmeno con il più grande scompositore di particelle? E alla fine, anche se la scovassimo, l’anima a che serve? Cosa ce ne facciamo? O meglio, cosa vorrebbe farne lei di noi?

FARE UN’ANIMA replicherà la sera successiva, mercoledì 14 novembre alle ore 21, al Teatro Politeama di Manerbio. Seguiranno altre date bresciane: mercoledì 28 novembre a Erbusco (Teatro Comunale); giovedì 6 dicembre a Breno (Teatro delle Ali); giovedì 7 febbraio a Edolo (Teatro San Giovanni Bosco); venerdì 8 febbraio a Brescia (Teatro Santa Giulia).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *