Tempo di lettura: 2 minuti

Cavernago, Bergamo. Una meta affascinante per le giornate di Ferragosto può essere la visita al maniero di Malpaga che, a differenza di molti castelli in Italia, non si trova alla cima di una collina o di uno sperone roccioso, ma nel cuore della pianura tra il fiume Serio e l’Oglio.

Ferragosto è anche per il castello di Malpaga giornata di festa e di rievocazione storica, infatti sabato 13 e domenica 14 agosto, in occasione della sagra “Due Castelli in Festa 2016”, il borgo di Malpaga si anima di un appuntamento esclusivo: la Rievocazione della vita di corte e il Palio di Malpaga.malpaga

I visitatori verranno calati nell’atmosfera medioevale grazie a sfilate in abiti d’epoca, accampamenti storici, combattimenti di cavalieri, antichi mercati, feste castellane, danze e spettacoli, sfide culinarie, ma soprattutto il Palio delle Quattro Contrade di Malpaga, una vera e propria giostra equestre con tornei! Il Castello sarà aperto al pubblico con visite guidate alle splendide sale ricche di affreschi e di mobili d’epoca.

Le visite guidate trasporteranno il visitatore in un’epoca lontana ricca di storia, condottieri e battaglie, illustrati nei preziosi affreschi presenti nelle antiche sale del castello.malpaga-1

La magia di questo luogo è data dal fatto che non è stato inglobato da case, villaggi moderni o aree artigianali ma il castello si trova ancora in uno splendido contesto di campi coltivati, boschi, rogge e cascine non lontani dal fiume Serio che con le vicine Prealpi Orobie formano un complesso naturalistico architettonico di grande valore, sicuramente unico nel suo genere.

Appartenuto al grande condottiero Bartolomeo Colleoni che lo acquisto nel 1456, decretandolo a sua dimora dove soggiorno con la sua sposa Tisbe Martinengo, di origini bresciane se non addirittura della Bassa bresciana, negli anni Bartolomeo Colleoni abbellisce sontuosamente il suo castello servendosi della collaborazione di valenti artisti del tempo, alcuni provengono dalla Borgogna, altri da territori vicini. Malpaga rimase in possesso dei Martinengo-Colleoni, eredi del condottiero, fino al 1880.visita-gruppi

Oggi è un esempio di architettura medioevale in perfetto stato di conservazione difficilmente paragonabile ad altre, anche solo per la pianura che circonda il maniero, ancora isolato con il suo complesso di case coloniche, corti, mura difensive e fossato.

Per ferragosto è una ghiotta meta, un itinerario per visitare un gioiello medioevale e partecipare alla festa dei Due Castelli e alle sue giostre di cavalieri e tornei e la visita guidata alle splendide sale affrescate.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *