Ferrara – Molti spettatori provano disorientamento nei confronti del cinema degli anni Duemila, perso in mille rivoli e trasformazioni e assediato da nuove forme di consumo, come le serie tv ed i prodotti delle piattaforme digitali.

Ben vengano quindi queste lezioni che sono un vero e proprio mappamondo di movimenti, tendenze, autori, direzioni del cinema contemporaneo per offrire gli strumenti adatti con cui tuffarsi nel mare in tempesta dei film di oggi. E Cassa Padana è felice di sostenerle.

L’iniziativa è realizzata da Arci Ferrara in collaborazione anche con Fice Emilia Romagna , AGIS Associazione Generale Italiana dell Spettacolo, Regione Emilia-Romagna, Alma Mater Studiorum – Università di Bologna.

Il corso è aperto a tutti, è destinato alla formazione del pubblico e consigliato a spettatori assidui, studenti universitari, cinefili e cultori, frequentatori di eventi artistici e culturali o semplici appassionati.

L’incontro lascerà spazio, nei momenti finali, al dibattito collettivo e alle domande del pubblico.

I prossimi appuntamenti con Roy Menarini saranno domenica 19 gennaio con una lezione dedicata al Cult Movie e domenica 16 febbraio con un focus su Cinema e Musica.

Roy Menarini, nato a Bologna nel 1971, è docente e critico cinematografico.Insegna Cinema e Industria Culturale presso l’Università di Bologna. Dirige la rivista Cinergie – Il cinema e le altre arti. Studia le trasformazioni della cultura cinematografica e ha pubblicato numerosi volumi dedicati alla storia del cinema italiano e al cinema contemporaneo.
Ha scritto Cinema e fantascienza (Clueb) e Il corpo nel cinema (Bruno Mondadori/Pearson). Il suo ultimo volume è Il discorso e lo sguardo (Dabasis).
È consulente per vari festival e istituzioni di cultura cinematografica, tra cui la Cineteca di Bologna. Scrive per Mymovies, Film Tv, Fata Morgana, Corriere della Sera. Insegna inoltre in numerosi corsi di aggiornamento ed è organizzatore di Master e Corsi di Formazione all’Audiovisivo.