Tempo di lettura: < 1 minuto

Parma – Un concerto dedicato alla musica vocale e alla poesia in musica che fiorirono alla corte di Ferrara, nella seconda metà del ‘500 e nel ‘600. Si terrà domenica 10 aprile alle 17.00, nella Chiesa di San Rocco a Parma, “Ferrara fra musica e poesia”, concerto del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Ferrara a cura di Gloria Banditelli.

L’appuntamento è inserito nella rassegna “Barocco in San Rocco” organizzata dal Conservatorio di Musica “Arrigo Boito” di Parma. In programma musiche di Luzzasco Luzzaschi, considerato uno fra i più valenti organisti che creò il “Concerto delle dame”, gruppo di tre cantatrici che il Duca Alfonso II definì “una delle più rare meraviglie” della sua corte.

Si ascolteranno poi brani di Girolamo Frescobaldi, virtuoso di organo e clavicembalo ferrarese. Entrambi questi autori musicarono i versi di Giovanni Battista Guarini, altro ferrarese illustre, autore del celebre dramma “Il Pastor fido”.

Completano il programma pagine di Sigismondo D’India, nobile palermitano che mise in musica testi di Torquato Tasso il quale, pur non essendo nato a Ferrara, lavorò in questa città dove fu poi imprigionato per opera dello stesso Alfonso II e rinchiuso in una cella che è situata sotto l’attuale sede del Conservatorio “Girolamo Frescobaldi”.

In scena allievi e docenti del Dipartimento di Musica Antica del Conservatorio di Ferrara: Federica De Marco, Elena Pinna, Naoko Tanigaki (soprani), Ester Ferraro (mezzosoprano), Prof.ssa Valeria Montanari (clavicembalo) e Prof. Perikli Pite (viola da gamba).

.