Tempo di lettura: 3 minuti

Ferrara. La citta estense si è candidata con altre 16 le città italiane che il 27 ottobre ospiteranno la terza edizione della competizione internazionale Climathon, la ‘maratona’ di 24 ore per trovare soluzioni che rendano le città sempre più ‘green’, alla ricerca di idee per la sostenibilità organizzata da Climate-KIC, la community europea per la lotta ai cambiamenti climatici.

Complessivamente nel mondo la manifestazione sarà ospitata in oltre 240 città di 70 diversi Paesi. Ogni città ha definito il tema della sfida sul quale verranno coinvolti esperti e stakeholder che guideranno i candidati nell’elaborazione dei progetti.

L’obiettivo del Climathon Ferrara 2017 è individuare idee innovative per la mobilità sostenibile, soluzioni innovative per un sistema multimodale integrato in un paesaggio UNESCO.

Ferrara, come tutte le città d’arte e di turismo, ha la necessità di proteggere la propria sfera urbana, garantendo nel contempo un facile accesso a coloro che provengono dall’esterno con mezzi diversi. Questo è ancor più vero per i cittadini di Ferrara e quelli che generalmente si muovono per studiare o lavorare.

Negli ultimi anni, molto è stato fatto, ad esempio, in relazione all’uso delle biciclette. Ma ci sono alcuni problemi cruciali nei trasporti, spesso comuni a molte altre città come Ferrara. Un sistema di soluzione integrata per risolvere questi problemi dovrebbe includere l’utilizzo di elementi paesaggistici esistenti, allo scopo di organizzare un sistema di mobilità intermodale che consenta l’utilizzo di diverse tipologie di trasporto, pubblico e “leggero”, per raggiungere facilmente ogni quartiere di lavoro ed ogni polarità della città. La tecnologia ha un ruolo chiave in questa strategia ed è necessario creare le condizioni per far emergere nuove idee.

L’obiettivo ultimo è quello di individuare idee innovative per la mobilità sostenibile all’interno di una connessione ibrida tra un sistema infrastrutturale basato su paesaggi e tecnologie innovative di mobilità e sistemi intermodali.

Il Comune di Ferrara sta lavorando al nuovo Piano Urbano per la Mobilità Sostenibile (PUMS) per raggiungere i suddetti obiettivi. La Climathon Ferrara 2017 sarà quindi incentrata sugli obiettivi del PUMS: due proposte vincenti verranno selezionate per essere incluse negli eventi correlati a PUMS che saranno organizzati all’inizio del 2018.

Elenco degli obiettivi specifici / operativi:

  • sistemi e processi per il monitoraggio dei flussi e dei passeggeri del trasporto pubblico locale e della bicicletta, per stimare e ottimizzare l’utilizzo dei servizi di trasporto e facilitare possibili miglioramenti futuri (ad es. sistemi dinamici basati su webcam e VCC, dati GPS da sistemi AVM, e-ticket e applicazioni mobili, …)
  • sistema e processi per promuovere e certificare l’adozione di metodi di trasporto sostenibili e per la corretta attribuzione di “buoni mobilità” (ad esempio incentivi, crediti CO2, …)

Gli obiettivi sopra esposti possono essere trattati in termini di tecnologie ICT e/o processi organizzativi/economici. Le 2 soluzioni più innovative riceveranno un premio di 600€ ed un riconoscimento tecnico, e avranno la possibilità di presentare la soluzione proposta in occasione della prossima fiera internazionale ECOMONDO e saranno invitate per il Pitch Event del progetto Climate KIC “Wealth Waterland Wheels” che si terrà a Ferrara a inizio 2018.

Young Climathon – A piedi e in bici verso scuola: mappare ed individuare criticità dei tragitti casa-scuola. Oltre al programma principale ci sarà anche uno speciale Young Climathon, svolto tra sabato 14 e venerdì 27 da una classe della Scuola Secondaria di I grado “Cosmè Tura – Ferruccio Mazza”, che lavorerà sul tema “Pedibus / Bicibus.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *