Mi scrive Ferry, anni 38, maschio, mano destra
Non esiste riscontro grafico in quanto l’utente non ha autorizzato la pubblicazione di parte dello scritto sottoposto ad esame.

A Ferry non sfugge nulla della realtà: più che attento a quello che accade, memorizza il tutto e riesce, anche dopo molto tempo, a ripescare dalla memoria quello che gli è necessario, con una chiarezza ed una puntualizzazione veramente notevole.

Ferry non si lancia nel mondo: lo osserva, lo rileva e ne fa buon uso, anche se la base di timidezza che possiede, gli preclude, a volte, la possibilità di brillare come dovrebbe.
Molto analitico, molto attento al particolare anche minimo, negli affetti è più portato all’essere inseguito, che all’inseguire… e se le cose non vanno come spera, preferisce tagliare di netto, senza recriminazioni, senza strascichi… almeno da parte sua, perché è possibile che la partner cerchi di continuare il rapporto, con attenzioni indesiderate dal soggetto. E perché?

Perché Ferry ha due doti che alle donne piacciono molto:

  • concetto di privacy (non va certo a spifferare ciò che ha fatto e con chi)
  • tenera comprensione (quando vuole, sa far sentire la donna come in un nido protetto)

Più idealista che pratico, più portato agli studi che gli interessino, che a viaggiare in superficie, nell’oceano della vita, Ferry ha un senso estetico ben sviluppato, ma mai ridondante, mai orpellato… bellezza, ma non surplus.
Del resto, se qualcosa nell’habitat non gli va, ha una grande risorsa: si chiude tranquillamente…lui, sostanzialmente, sa di valere e non deve dimostrarlo, se non a sé.

Se, invece, l’ambiente gli dà il giusto merito, allora sfodera tutto il suo fascino, tutta la sua ricchezza interiore.
Lievemente pessimista per ansietà , educato, ma non sottomesso, capace di filosofare e di rimuginare a lungo, difficilmente si ricrede, se ha sospetti verso qualcuno e verso le intenzioni altrui….si avvilisce, allora, pur nella piena coscienza della realtà.
Ma il suo fortissimo senso di responsabilità e la sua coscienza gli danno, in un secondo tempo, la forza di reagire e di non farsi schiacciare.

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.