Corniglio, Parma. Non c’è Natale sugli colli parmensi senza la spongata, il dolce tipico del periodo natalizio e tradizionale appuntamento natalizio in Appennino. Come nella migliore tradizione di paese, ogni famiglia ha una sua ricetta che, gelosamente custodita nel corso del tempo, rappresenta oggi una delle numerose varianti di gusto offerte da questo dolce.

In programma per il prossimo week end la tradizionale festa della Spongata e due escursioni sui monti di Corniglio:

Domenica 8 Dicembre torna il tradizionale appuntamento con il prodotto tipico del periodo natalizio del territorio del Parco dei Cento Laghi: la Spongata di Corniglio. Dalle 10 alle 19 saranno aperti gli stand gastronomici dedicati alla Spongata, agli altri prodotti tipici e ad oggetti artigianali e idee regalo.

La giornata è arricchita da iniziative collaterali:
• ore 11.00: S. Messa presso la Chiesa Assunzione Maria Vergine;
• ore 12.00 Incontriamo e premiamo l’ospite di questa edizione…
• dalle ore 14.30: Natale e natura, attività laboratoriale per bambini a cura di Monica Valenti (Guida GAE)
La festa della Spongata è organizzata da Cooperativa 100 Laghi, in collaborazione con Comune di Corniglio e Parchi del Ducato.

Per l’occasione della Festa della Spongata di Corniglio il 7 e 8 dicembre due escursioni organizzate da Camminaparchi per conoscere l’Appennino, tra oggi e ieri, percorrere le vecchie strade che collegavano le frazioni al Comune di Corniglio e scoprire come si viveva quassù un tempo. Assaporare i sapori di una volta, quei piatti a base di farine d’altri tempi. Conoscere gli ingredienti di un dolce tipico invernale di Corniglio della spongata, il dolce tradizionale locale. Le escursioni sono in programma sabato 7 dicembre e domenica 8 dicembre, ma possono essere prenotate anche singolarmente.

Programma di sabato 7 Dicembre:
Ritrovo: Ritrovo ore 14.30 c/o Ex Colonia Montana – Via Borri – Corniglio (PR).
Partendo dall’Ex Colonia Montana si farà una passeggiata nel bosco di castagni secolari dove si potranno vedere gli antichi essiccatoi e storiche maestà.
Grado di difficoltà: Facile, adatto a tutti – Dislivelli: +/- 100 metri – Tempo di percorrenza: 2 ore.

Sabato, a fine passeggiata, si potrà assaporare presso il bar “Il Baffo Arzillo” una merenda – degustazione di sapori d’Appennino. La Spongata sarà la regina del tavolo imbandito. Il costo della degustazione verrà comunicato un mese prima dell’evento, in base alle materie prime km 0 territorio Parco, che si acquisteranno per preparare il buffet.
Costi di partecipazione: Adulti € 10.00, bimbi dai 6 ai 14 anni € 5.00. il secondo bimbo è gratis.

Programma di domenica 8 Dicembre:
Ritrovo: 
Ritrovo ore 9.00 c/o Ex Colonia Montana – Via Borri – Corniglio (PR). Fine escursione prevista per le ore 13.30.Escursione lungo la vecchia strada comunale che collegava le frazioni di Sivizzo 824 m. s.l.m. – e Grammatica -1015 m. s.l.m. -al Comune Corniglio 690 m. sl.m.

Grado di difficoltà: medio-facile – Dislivelli: +/- 325 metri – Tempo di percorrenza: 4 ore e 30, soste  incluse. Costi di partecipazione: adulti €12.00, bimbi dai 6 ai 14 anni € 5.00. il secondo bimbo è gratis.

Al pomeriggio in occasione della feste della Spongata, intrattenimento bimbi con laboratorio naturalistico con la guida Gae Monica Valenti, offerto dallo staff della festa della spongata. Attrezzatura richiesta per entrambe le escursioni: Scarponcini da trekking, zaino, spuntino, macchina fotografica, vestiario a cipolla.

Organizzatore: C.O.F.A.P. – Guida: Monica Valenti (Guida Ambientale Escursionistica). Prenotazioni obbligatorie: Monica Valenti cel 348 8224846  mokavalenti@libero.it, pagina f guide val cedra. Possibilità pernotto presso albergo “la Viasa” situato nell’abitato di Corniglio (PR). info e prenotazioni www.albergo-laviasa.it cel 3666548848

Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.