Tempo di lettura: 3 minuti

Piacenza. “Dal Mississippi al Po” si mescolano le note sui due grandi fiumi per l’edizione del Festival Blues, un evento nato a Piacenza, che nel corso degli anni ha acquisito sempre più importanza ed ha raggiunto un pubblico vasto e variegato di appassionati, neofiti e semplici amanti della cultura.

Organizzato dalla cooperativa Fedro la XVIII edizione del Festival Blues dal Mississippi al Po, dal 10 giugno al 30 luglio proposte musicali e letterarie per l’estate 2022 che si snodano lungo la via Emilia e le vallate piacentine. 26 appuntamenti in 8 comuni della provincia piacentina. Anche quest’anno vede la partecipazione di importanti nomi del blues internazionale in diverse location per dare la possibilità agli amanti della musica di esplorare luoghi suggestivi della città e della provincia piacentina.

Già in apertura il festival è di grande attrazione con due date speciali in collaborazione con il Rugby Lyons: venerdì 10 giugno alle ore 21.30 con i Modena City Ramblers e sabato 11 giugno alle ore 21.00 sarà la volta del comico Max Angioni – con il suo spettacolo “Miracolato” – che apre il concerto delle 22.00 di GianCane entrambi presso il Campo Rugby Lyons Via Rigolli, Piacenza. Gli altri incontri musicali si snoderanno con un fitto programma sino a fine luglio, ma dal Mississippi al Po non è solo musica, anche in questa sesta edizione, infatti, si rinnovano gli incontri tra pubblico e autori, con ospiti prestigiosi.

Quest’anno il Festival oltre a Piacenza e Fiorenzuola approda anche a Parma in una tre giorni 14, 15 e 16 giugno tra parole e note, letteratura e musica con la partecipazione di grandi autori e musicisti di livello internazionale. Tra gli ospiti il giornalista-docente Valerio Calzolaio, parlamentare di lungo corso, che parlerà del concetto di Isole Carceri, della loro valenza nella riqualificazione ecoturistica e della loro collocazione in un ordinamento che cerca sempre più di uniformarsi ai dettami di una Costituzione talvolta rimasti lettera morta, Luca Ponzi, volto noto nella nostra zona, a cui si devono le principali inchieste ad ampio raggio per conto della redazione regionale del TG3 che lo hanno fatto conoscere in tutta Italia.

Favole di Fiume è una appassionata raccolta di racconti il cui vero protagonista è il Po con la sua storia e, soprattutto, la sua gente. Chiara Tozzi è una profonda conoscitrice del cinema e a Parma porterà il suo nuovo romanzo, La scintilla necessaria, una storia d’amore che ripercorre la stagione magica a cavallo tra anni Sessanta e Settanta, per approdare ai giorni nostri.

Davide Rossi, Presidente Fedro Cooperativa: “L’estate musicale 2022 di Fedro ci riempie di orgoglio: quest’anno siamo riusciti ad organizzare una ricca stagione con 26 appuntamenti in 8 comuni della provincia piacentina grazie a diverse realtà come la Fondazione di Piacenza e Vigevano, Africa Mission e i ragazzi del Rugby Lyons. Siamo contenti di poter tornare, dopo questi anni difficili, ad offrire proposte musicali e letterarie originali e ci auguriamo che il pubblico accolga con entusiasmo gli artisti internazionali che abbiamo selezionato. Siamo davvero felici di poter contribuire a diffondere la buona musica -blues e non solo- e la letteratura nei nostri territori. Questi due anni di pandemia ci hanno profondamente segnato, ma siamo consapevoli, forse ancora più di prima, che la cultura, la musica e l’arte sono un potente strumento di crescita personale e collettiva. Attraverso questi incontri desideriamo coltivare la bellezza della musica e dei suoni. Siamo fiduciosi che questa intensa programmazione possa catturare l’interesse di nuovo pubblico anche tra i giovani”.