Bergamo. È dedicato ai “polmoni verdi della Terra” il festival Cinematografico delle Foreste, dal 18 al 20 novembre, quest’anno in streaming, un progetto creato dall’Associazione Montagna Italia, e promosso dal Comune di Bergamo, in collaborazione con ERSAF Lombardia.

Il Festival Cinematografico delle Foreste vede la sua terza edizione con la proiezione di 23 film ricevuti da 10 nazioni del mondo. Quest’anno, a differenza degli scorsi, i film saranno trasmessi in streaming e saranno comodamente fruibili dal divano di casa, scegliendo il canale YouTube di Montagna Italia (https://www.youtube.com/user/teamitaliabg). Il festival permette a tutti gli di conoscere, attraverso video affascinanti, le foreste del mondo.

Le foreste danno un contributo fondamentale nella vita di ogni giorno: acqua, stoccaggio del carbonio, conservazione della biodiversità, del suolo e possibilità di usufruire dei servizi turistico-ricreativi, oltre a cibo e riparo e altre funzioni da cui dipendono, in maniera diretta o indiretta, circa 1.6 miliardi di persone nel mondo. La gestione responsabile delle foreste contribuisce a valorizzare questi aspetti e per questo, a partire dal 2018, FSC ha introdotto una procedura che premia i gestori di foreste certificate, identificando i benefici che una gestione rispettosa dell’ambiente, socialmente utile ed economicamente sostenibile ha su questi fattori, e permettendo la quantificazione e la comunicazione di questi benefici.

Le foreste sono sempre più esposte ai fenomeni climatici estremi causati dal riscaldamento globale. È pertanto sempre più necessario intraprendere una riflessione sulle politiche di gestione forestale e su come realizzare foreste all’interno e attorno ai centri urbani, necessarie per salvaguardare ed accrescere la biodiversità anche in città.

Le città, che occupano soltanto il tre per cento della superficie della Terra, consumano oggi il 78 per cento dell’energia utilizzata in tutto il mondo e sono responsabili del 70 per cento delle emissioni di gas a effetto serra. È dunque necessario intervenire in ambito cittadino per attivare cambiamenti benefici non solo per le popolazioni che vivono in contesti urbani, ma anche nella lotta globale al riscaldamento climatico. Un primo passo è quello di diffondere una “cultura verde” e il Festival delle Foreste si muove proprio in questa direzione.

Il programma.