Tempo di lettura: 2 minuti

Langhirano (Parma) – Sarà lo chef pluristellato Antonino Cannavacciuolo ad inaugurare, venerdì 4 settembre, la XVIII edizione del Festival del Prosciutto di Parma. Per l’occasione Langhirano si trasformerà in una grande piazza di sapori: ai tradizionali interventi delle istituzioni seguirà infatti il suo spettacolare show cooking in Piazza Ferrari appositamente allestita con un maxi schermo in grado di riprendere la sua maestria ai fornelli.

Dal 4 al 20 settembre torna il festival che coinvolgerà Parma e la sua provincia, una grande festa fatta di buon cibo, musica e cultura per celebrare e degustare il Re dei Prosciutti nelle sue mille sfaccettature e per apprezzare le bellezze naturalistiche e culturali del territorio in cui nasce e a cui è strettamente legato.

Parma e tutti i Comuni della provincia metteranno a disposizione dei visitatori un programma variegato di iniziative che spazierà dalle degustazioni agli eventi culturali, dalle escursioni naturalistiche agli spettacoli musicali, sabato 19 grande concerto dei The Kolors. Tra le varie iniziative una delle più importanti è sicuramente Finestre Aperte: tutti gli appassionati potranno visitare i prosciuttifici aperti per l’occasione e assistere al ciclo di lavorazione del Prosciutto di Parma, attraverso un servizio navette gratuito che accompagnerà i visitatori nella zona di produzione.
E’ possibile anche visitare il Museo del Prosciutto e dei Salumi di Parma, nell’antico Foro Boario di Langhirano, con degustazione finale di diverse stagionature del Prosciutto di Parma.

Quest’anno ampio spazio sarà riservato ai produttori del Prosciutto di Parma. A Langhirano nascerà la Cittadella del Prosciutto di Parma: tutta Via del Popolo si popolerà di decine e decine di gazebo dove le aziende potranno raccontare e promuovere il proprio prodotto. Un’area più grande sarà invece dedicata a incontri tra produttori e visitatori, degustazioni guidate, verticali, abbinamenti con altri prodotti di eccellenza e altri eventi. Ma non finisce qui, quest’anno verranno ospitati anche alcuni “colleghi”, il festival infatti accoglierà infatti altri Prosciutti DOP italiani e esteri protagonisti di alcune iniziative e dimostrazioni legate alla promozione e alla degustazione.

Altra novità di questa edizione del  Festival è il progetto I Ham Parma. Ideato dal Consorzio del Prosciutto di Parma, coinvolgerà i locali e ristoranti di Parma e provincia che proprio nei giorni della manifestazione proporranno il Prosciutto di Parma in versioni inedite. Tutte le ricette saranno protagoniste di un gustoso concorso disponibile sul sito che coinvolgerà direttamente i consumatori.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *