Legnago (Verona) – Fino al 28 Maggio Legnago ospita una grande manifestazione: la terza edizione Festival della Fiaba, che avrà come tema principe “Il meraviglioso mago di Oz”, la celeberrima fiaba di Lyman Frank Baum dalle numerose connotazioni interpretative.

Un evento che vuole far riscoprire il gusto della lettura e dell’ascolto, nello spirito di una condivisione della fantasia, dell’immaginario, dei ricordi, per tutti: grandi e piccini.

Durante il festival saranno presenti noti ospiti provenienti da tutta Italia, con uno sguardo attento volto a valorizzare anche gli artisti locali. Tra gli altri, interverranno illustratori pluripremiati quali Nicoletta Costa e Gek Tessaro, autori per bambini come Stefano Bordiglioni e Daniela Valente, musicisti come Walter Dallari e Leonardo Maria Frattini; saranno inoltre presenti il didatta e formatore Carlo Carzan, il regista Stefano Bessoni, la pittrice Sara Zamperlin, la scrittrice Valentina Bazzani e l’artista della sabbia Sara Ferrari.

Ogni iniziativa è pensata per attraversare le strade e i luoghi della città di Legnago per cullare il pubblico tra le voci di un territorio che non è soltanto lo spazio sonoro del racconto, ma una moltitudine di visioni, sensazioni ed emozioni. Laboratori, spettacoli, performance in strada, un convegno sul tema e attività speciali: ecco come il pubblico incontrerà da vicino un intreccio fabesco come quello del Mago di Oz, che si libera grazie alla partecipazione attiva dei visitatori.

Un racconto dove la semplicità vince sul male, e nel quale i nostri eroi non sono super uomini, ma una bambina, un animale, un mucchio di paglia e del ferro arrugginito. Essi non hanno poteri magici, o, se li hanno, non se ne rendono conto. Vivono la loro avventura alla ricerca di qualcosa che li completi, che sia in grado di formare la propria identità, e costruiscono il loro viaggio con coraggio, cuore, cervello ed amore: le doti più umane e più giuste da utilizzare, in qualsiasi mondo, reale o fantastico.

Il Festival della fiaba di Legnago intende veicolare un’immagine della fiaba che non rispecchi soltanto il mondo infantile, ma un mondo di tutti, di grandi e piccini, di chi crede che le fabe abbiano sempre qualcosa da insegnare. Fiabe per adulti che non sono più in grado di guardare la realtà con gli occhi di un bambino. Fiabe per bambini, soli o accompagnati. Per giovani che non avrebbero mai voluto diventare adolescenti. Per donne. Per uomini. Per anziani che desiderano fare un salto indietro nel tempo, meglio se in compagnia dei nipoti. Per amici d’infanzia, ma anche per i nuovi. Fiabe per genitori che cercano una storia in cui ritrovarsi fgli. Fiabe per studiosi e appassionati. Per ricchi e poveri. Per italiani e stranieri. Fiabe, per tutti quelli che hanno sognato almeno una volta una vita da fiaba.

Come avviene tradizionalmente, cinque saranno i principali output previsti dal programma del festival: laboratori, spettacoli, performance in strada, attività extra e un convegno.

Tutto il programma completo è da scoprire, ed è possibile consultarlo sul sito dedicato
legnagofestivalfiaba

La kermesse è promossa dal Comune di Legnago, con il coordinamento artistico di Teatro Magro, consolidata realtà creativa mantovana, che ha preso a cuore, negli anni, il fascino storico e fiabesco del luogo, con il sostegno di Cassa Padana.