Brescia. Il Festival della Filantropia arriva in città con la cultura del dono in primo piano, il prossimo sabato 14 aprile a palazzo Loggia. Sarà la città della Leonessa infatti ad ospitare la prossima tappa del Festival della Filantropia, sulla scia dunque a quanto già realizzato a Milano, Bergamo, Mantova, Bollate, Verbania e Lodi.

Accanto a Fondazione Cariplo questa volta scende in campo la Fondazione della Comunità Bresciana che attraverso il Festival intende dare ancora più voce al mondo della solidarietà e del volontariato in tutte le sue sfaccettature e in tutti i settori in cui si realizza, attraverso una manifestazione che vuole essere ricca, nel programma degli avvenimenti e soprattutto negli obiettivi.

L’evento si terrà a Brescia il pomeriggio di sabato 14 aprile, e si articolerà in vari momenti pensati per coinvolgere un pubblico quanto più variegato possibile: dalle famiglie ai giovani, dalle associazioni alle autorità. Presenterà l’evento Marco Maccarini insieme a Luisa Pedretti. Oltre al presidente delle Fondazione della Comunità Bresciana, Pierluigi Streparava e al Direttore generale di Fondazione Cariplo, Sergio Urbani, interverranno Don Gino Rigoldi, la Prof. ssa Elena Marta (UNI.Catt. MI.), il Prof. Francesco Castelli (UNI Statale BS).

Il programma in sintesi

  • Alle 16 sotto il portico di palazzo Loggia l’apertura degli stand delle associazioni con attività e giochi per i bambini.
  • Alle 17 l’inaugurazione ufficiale nel magnifico salone del Ridotto del Teatro Grande: dapprima un momento musicale offerto dal Conservatorio Luca Marenzio e poi la conversazione con illustri ospiti sul tema del dono.
  • Alle 17.30 nella sala dei Giudici di Palazzo Loggia l’incontro con i testimoni della generosità del territorio, che proporrà i punti di vista di chi dona e chi riceve.
  • Dalle 20.30, nell’auditorium San Barnaba, la festa vera e propria con musica dal vivo, interviste, oltre alla premiazione del concorso fotografico “Don@azione”, organizzato in collaborazione con il Cinefotoclub – Museo Nazionale della Fotografia di Brescia.

L’obiettivo è spiegare e diffondere la cultura del “dono”, dove il dono non è necessariamente una somma di denaro, ma può essere molto più semplicemente anche un sorriso, un abbraccio, la disponibilità di tempo, la voglia di condividere conoscenze. In quest’ottica tutti possono essere “filantropi”, concetto che altrimenti rischia di rimanere astruso. In particolare, si cercherà di spiegare, a tutti, ma in special modo ai giovani, che la vita stessa è un dono, e come tale non va messa in pericolo ma va tutelata, e che il talento è un dono, da coltivare con impegno e sacrificio. Tutti possono essere filantropi!