Tempo di lettura: 2 minuti

Sarzana, La Spezia. Da venerdì 2 a domenica 4 settembre la cittadina ligure di Sarzana ospita la 13ª edizione del Festival della Mente, il primo festival europeo dedicato alla creatività e ai processi creativi. Tre giornate in cui relatori italiani e internazionali propongono incontri, letture, spettacoli, laboratori e momenti di approfondimento culturale, indagando i cambiamenti, le energie e le speranze della società di oggi, rivolgendosi con un linguaggio accessibile al pubblico ampio e intergenerazionale che è la vera anima del festival. Il programma prevede una sezione perbambini e ragazzi realizzata curata da Francesca Gianfranchi.festival della mente 2

Il festival si diffonde e si divide in vari luoghi della città di Sarzana. Gli eventi sono a pagamento:
eventi per bambini €3,50; approfonditaMente €7,00; spettacoli €7,00; extraFestival eventi gratuiti; tutti gli altri eventi €3,50. Si consiglia di acquistare i biglietti tempestivamente; nelle precedenti edizioni, infatti, tutti gli eventi sono andati esauriti molto velocemente.

Voglio spazio per cantare crescere / errare e saltare il fosso / della divina sapienza” in queste frasi tolte da una poesia di Alda Merini, intitolata Spazio (in Vuoto d’amore, Einaudi, 1991) si immedesima il Festival della Mente, uno spazio in cui possiamo conoscere la realtà di oggi, sempre più complessa e variegata, e leggerla alla luce delle innovazioni scientifiche e tecnologiche e dei mutamenti sociali in atto; e nello stesso tempo un luogo dove «cantare» ed «errare» grazie a una divulgazione divertente, leggera, multidisciplinare.festival della mente

Spazio è un concetto più che mai attuale: racchiude molteplici significati e può essere declinato in molti modi possibili, dalla necessità di uno spazio sociale alle recenti scoperte nello spazio interstellare, dallo spazio delle relazioni a quello geometrico, dallo spazio richiesto dai movimenti migratori a quello virtuale, geografico o architettonico.

Ecco perché agli organizzatori hanno scelto lo spazio come filo conduttore della 13ª edizione del Festival della Mente, chiedendo a importanti scienziati, umanisti, artisti di interpretarlo. L’insieme delle loro voci ci permetterà di trovare un orizzonte un po’ più vasto in cui muoverci e avvicinarci un po’ di più alla «divina sapienza».

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *