Tempo di lettura: 2 minuti

LENO, Brescia – “La terra siamo noi: siamo noi questo chicco di grano, diventeremo spighe mature e potenti”: un titolo importante quello scelto per la manifestazione scolastica che si terrà sabato 22 maggio dalle ore 10.30 presso la storica Villa Badia di Leno.

L’evento è promosso e inserito nel festival “Carta della terra” curato da Fondazione Co.geme e vede la collaborazione di Fondazione Dominato Leonense con le scuole lenesi, il Comune di Leno, Rete senza zaino, Cassa Padana, Garda Uno, Slow Food Bassa Bresciana, GAS Leno e Legambiente Leno.

Il festival “Carta della terra” a cura di Fondazione Co.geme cerca di attualizzare i principi di sostenibilità ambientale tramite una sensibilizzazione capillare e puntando soprattutto sul ruolo delle municipalità, delle scuole e delle reti di associazioni sul territorio.

In particolare, nella giornata di sabato 22 Maggio alle 10.30, un referente di Fondazione Co.geme illustrerà il progetto “Carta della Terra”, per offrire al territorio un segnale concreto affinché questi incontri si trasformino in un impegno comune. Successivamente i sindaci dell’ambito 9 della Bassa Bresciana saranno invitati a sottoscrivere la Carta, una dichiarazione di principi etici fondamentali per la costruzione di una società globale giusta, sostenibile e pacifica nel ventunesimo secolo.

Dopo una fase di ideazione e creazione gli alunni dell’Istituto comprensivo di Leno e dell’Istituto d’istruzione superiore Vincenzo Capirola presenteranno ai Sindaci i loro progetti ispirati al rispetto dell’ambiente e all’adozione di scelte sostenibili: dal calendario riportante i valori fondamentali del vivere in modo sostenibile alla realizzazione del ricettario per il riuso del cibo avanzato, alla lettura di “Idee Green” per salvare il pianeta, allo studio di “Una nuova mobilità” fino alla costruzione di orti verticali.

Per concretizzare il programma scolastico dell’IC Leno “La terra siamo noi: siamo noi questo chicco di grano, diventeremo spighe mature e potenti” Fondazione Dominato Leonense e Comune di Leno hanno messo a disposizione dei bambini diversi metri quadrati di terra dove poter creare il loro campo grano: l’iniziativa vuole esprimere la speranza che le giovani generazioni si abituino ad adottare uno stile di vita sostenibile e rispettoso per l’ambiente.

L’istituto d’istruzione superiore “V. Capirola” sarà presente con il progetto “Il Capirola è Green”, che racchiude una serie di iniziative di sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente e progetti di risparmio energetico realmente attuabili.

La manifestazione non è aperta al pubblico per rispetto delle normative anti contagio vigenti ma sarà documentata dai ragazzi della scuola secondaria di primo grado e pubblicata sul canale YouTube dell’Istituto Comprensivo di Leno.