Brescia. Si illumina di mille luci il castello con il festival CidneON che “accenderà” il Cidneo, nome del colle sul quale sorge la fortezza di Brescia, dall’11 al 15 febbraio con il Festival Internazionale delle Luci. Sull’esempio delle grandi esperienze europee, CidneON permetterà a Brescia e all’Italia di essere inserita nel circolo dei Festival Internazionali della Luce: International Light Festival Organisation – I.L.O. che raggruppa molte città importanti come Lione, Praga, Montreal, Eidhoven ed altre ancora.cidneon maschere rosse

Un’occasione per ridare vigore al castello che sovrasta dal colle la città. Un grande spazio nel cuore della leonessa che può essere sede di numerose iniziative culturali e che in tempi passati ha conosciuto momenti di gloria, basta pensare ai primi del ‘900 quando ospitò l’esposizione universale EXPO 1904. La volontà del, promotrice del festival, è proprio di ridare al castello la sua vocazione di contenitore di cultura, per ospitare tra le possenti mura eventi e progetti. Il festival CidneON è un evento spettacolare per dare il via alla ritrovata energia in castello.

CidneOn è un’esperienza di luci e musica pensata in grande, composta da 15 installazioni sparse per i vari ambienti interni ed esterni del castello, un viaggio sensoriale e visivo di una durata di circa un’ora, accessibile ogni giorno del festival, gratuitamente, dalle ore 18.30 sino all’ultimo ingresso alle ore 22.30. Chiusura del Castello a mezzanotte.cidneon 2

Ciascuna installazione avrà un proprio accompagnamento musicale, così che il festival sia anche l’occasione per ricostruire una sorta di “colonna sonora” della città, dalla polifonia di Luca Marenzio al pianoforte di Arturo Benedetti Michelangeli. La musica verrà riprodotta tramite altoparlanti, ma anche proposta dal vivo, con la partecipazione di giovani artisti, anche in collaborazione con il Conservatorio “Luca Marenzio”.

La musica del festival e la città trovano una sinergia con la vicina Cremona per rinvigorire il sodalizio già avviato per altre manifestazioni. CidneOn sarà difatti  anche l’occasione per lanciare il festival “450° di Cremona per Monteverdi”. Un anno di celebrazioni, da aprile a dicembre 2017, che la città di Cremona dedica al compositore cremonese, padre del melodramma.logo monteverdi

CidneOn con le installazioni luminose, videoproiezioni e preformance live crea un percorso animato tra le mura del castello che inizia già fuori le mura con un video che racconta per immagini, luci e suoni la leggendaria apparizione dei Santi Patroni di Brescia, Faustino e Giovita, sugli spalti del Roverotto, il 13 dicembre 1438. Una installazione luminosa, curata dalla compagnia olandese Afterlight, accenderà di colori il portale, esaltando la figura del leone e l’architettura dell’ingresso, che diventerà così un accesso grandioso e monumentale alle meraviglie di CidneON.cidneon 3

Sono solo il benvenuto “luminoso” per i partecipanti che cammineranno entro le mura e i vari ambienti un viaggio che, usando effetti luminosi e sonori, raccontano storia, arte, musica, poesia, avvenimenti, personaggi celebri; in percorsi ideati da grandi esperti internazionali ma anche dai bambini bresciani, come il giardino di luce formato da duemila fiori luminosi.

Realizzati a partire da altrettanti steli luminosi forniti dal festival, i fiori saranno decorati e personalizzati dai piccoli studenti della scuola primaria, in collaborazione con l’assessorato alla pubblica istruzione del comune di Brescia, chiuderanno il viaggio luminoso di CidneOn.