Tempo di lettura: 3 minuti

Suzzara (Mantova) – Dal 2 al 5 novembre il Comune di Suzzara e l’Istituto Superiore Manzoni organizzano il Festival delle Scienze: una serie di laboratori, workshop, presentazioni e performance tenuti all’Istituto Superiore Manzoni di Via Mantova e a Piazzalunga Cultura, il Centro adibito dal Comune alle manifestazioni culturali.

Con la seconda edizione, il Festival delle scienze si ripropone dal 2 al 5 novembre come una festa della scienza rivolta a tutti coloro che pur non conoscendo in modo specifico formule e teoremi, ne sono incuriositi e vorrebbero saperne di più. Sono giorni di eventi e di incontri con divulgatori scientifici e ricercatori che attraverso laboratori, conferenze, presentazioni, racconteranno del clima, dei vulcani, del sistema solare, dei cambiamenti climatici e della sostenibilità ambientale, addentrandosi nei telerilevamenti delle acque, alla Bioremedation, alla scoperte sulla luce sino allo sviluppo della vegetazione acquatica.

Due sono i poli che ospitano le varie iniziative:

1. Istituto Superiore Manzonidove le equipe del CNR-IREA di Milano, del Dipartimento di chimica e geologia dell’Università di Modena e Reggio Emilia e della Sostenibilità ambientale dell’Università di Parma attueranno una serie di laboratori  didattici sul mondo del Telerilevamento, della purificazione del suolo e degli Ecosistemi ai Raggi X.

2.  Centro Culturale Piazzalunga: che dedica le mattinate dal 2 al 4 novembre alle classi elementari e medie con lezioni sul sistema solare curato dall’Associazione astrofili mantovani, alla scoperta dei vulcani con la prof.ssa Musacchio dell’Istituto Nazionale di Vulcanologia di Milano e con gli studenti dell’Istituto Sup. E. Fermi di Mantova che affronteranno la depurazione delle acque.

Il Festival è per tutti e, sempre al Centro Culturale Piazzalunga, vi è la possibilità di conoscere la luce e colori, di spiegare i fenomeni legati alla vita di tutti i giorni come la fluorescenza e la fosforescenza, i pericoli e i rischi dei terremoti, i cambiamenti climatici con Luca Mercalli meteorologo e climatologo noto al pubblico televisivo per aver partecipato più volte alla popolare trasmissione Che tempo che fa, mentre alla sera alle ore 21 tale tematica viene approfondita per conoscere gli scenari che si prospettano in Val Padana per l’ambiente e per chi produce, da parte dei ricercatori dell’Università di Parma.

Si prosegue quindi sabato 4 alle ore 17 con Stefano Garimberti – agronomo, che affronta il problema della sostenibilità ambientale in ambito alimentare e le scelte dei consumatori. Tale incontro è preceduto alle ore 16, dai laboratori didattici ideati e curati dal WWF mantovano per i bambini dai 7-12 anni e seguito alle ore 21 da uno spettacolo appassionante e avvincente che affronta affascinanti tematiche scientifiche, ideato dal Teatro del Sole per bambini 8-13 anni dal titolo “E il cielo si fece rosso. VIAGGIO AL CENTRO DELLA TERRA” in collaborazione con l’INGV di Milano.

Il programma prosegue domenica 5 novembre alle ore 10.30 con i lettori volontari di Nati per leggere, che dedicano le letture a tematiche scientifiche, per terminare con la presentazione alle ore 11 del video Suzzara mi sta a cuore un progetto nato con l’intento di sensibilizzare i cittadini alle tematiche ambientali promosso dall’Ass. all’Ambiente del Comune di Suzzara, da Mantova Ambiente e realizzato dalla Coop. La Lumaca con gli studenti dell’Istituto Superiore Manzoni. Intervengono il sindaco Ivan Ongari, l’assessore all’Ambiente Francesco Bianchi e per Mantova Ambiente Maurizio Bortolini.

Tutti gli incontri sono ad ingresso gratuito e durante i giorni del Festival è possibile visitare la mostra “La Terrasottosopra” ideata appositamente dai ricercatori dell’INGV di Milano, per appassionare e avvicinare in modo non convenzionale il pubblico ad alcune delle più affascinanti tematiche scientifiche geofisiche.

Se “il gioco della scienza è il linea di principio, senza fine”, come scrive Karl Popper,  questo Festival desidera offrire quegli strumenti per cominciare tale “divertimento”.

Labter-Crea Rete di Scuole ha collaborato all’organizzazione del Festival catalizzando la partecipazione dei gruppi di ricerca di Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale dell’Università di Parma, del Centro di Rilevamento Elettromagnetico dell’Ambiente del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR-IREA) di Milano e della Classe 5C Biotecnologie dell’Istituto Superiore E. Fermi di Mantova.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *