Tempo di lettura: 3 minuti

Palazzolo sull’Oglio, Brescia. Cambiamenti climatici, spaventose emissioni di anidride carbonica, deforestazione ed estinzione di specie. Il nostro pianeta rischia di trovarsi in una situazione catastrofica se non si interviene subito e drasticamente. Il Palazzolo Digitale Festival, il 22 e 23 novembre presso presso l’Aula Magna Scuola Primaria G. A. Galignani, Piazzale Mazzini a Palazzolo sull’Oglio, si domanda se e quale aiuto possa venire dalle tecnologie della nuova comunicazione e lo farà, anche quest’anno, con l’aiuto di importanti personalità impegnate in vari ambiti del sapere e del fare.

Il Palazzolo Digital Festival inizierà con una serata tutta al femminile, venerdì 22 novembre alle 21, insieme a Barbara Gasperini, giornalista de La7, che introdurrà il tema dell’ambiente e della contingenza climatica, le criticità e le proposte in chiave tecnologica.
L’emergenza Terra, denunciata con la forza di Greta Thunberg, ha aggregato milioni di studenti che hanno manifestato in tutto il mondo. Angelica Andreetto, studentessa e attivista del movimento Fridays For Future Italia, testimonierà le ragioni dei manifestanti.
Chiuderà la serata Caterina Avanza, comunicatrice che lavora al Parlamento Europeo per il gruppo Renew Europe. Farà un quadro sulla situazione in termini di riduzione delle emissioni di Co2 e dell’utilizzo dei combustibili fossili, di sviluppo dell’economia verde e dell’economia circolare.

Sabato 23 settembre alle ore 9,00 Monsignor Giacomo Canobbio, Professore di Teologia Sistematica, presenta e commenta l’Enciclica “Laudato si” a difesa della natura di Papa Francesco che l’ha promulgata sulle orme di Francesco d’Assisi. Si parlerà dell’esigenza ecologica e del dovere di preservare il mondo per coloro che verranno dopo di noi.

Sarà ancora presente alle 9,40 Barbara Gasperini di La7 che affronterà il tema dell’Intelligenza Artificiale e le tecniche di Machine Learning per scrutare le strade digitali percorribili per contribuire a salvare il pianeta dal pericolo del cambiamento climatico in atto. Un segnale concreto per il risparmio energetico viene proprio dal comune di Palazzolo sull’Oglio, sede del festival. L’Assessore Francesco Marcandelli illustrerà alle ore 10,20 il progetto per razionalizzare i consumi energetici nel territorio della città.

A seguire, verso le 10,35, il Collettivo Spore, una Start-up in progress creata da giovani, presenterà un progetto con una installazione A/V funzionante, che indaga la concentrazione di polveri sottili (PM10) nell’atmosfera.

Alle 10,45 sarà poi la volta di Gualtiero Carraro e Roberto Carraro, di Carraro Lab, noti designer e produttori di applicazioni di tecnologie digitali, che presenteranno alcune le tecnologie immersive basate sulla realtà virtuale e la realtà aumentata. Realizzati come videogiochi, sono strumenti utilizzati anche per la simulazione del volo o della guida. Si parlerà di Digital Twin, il gemello virtuale per le simulazioni in ambiente sicuro e il training per il lavoro e la medicina.

Chiuderà la mattinata, alle 11,30, Dianora Bardi, fondatrice del Centro di Ricerche Impara Digitale. Parlerà di una Scuola che apre la porta all’innovazione tecnologica, e dei possibili vantaggi delle simulazioni virtuali, che consentono di far vedere e udire, a livello sensoriale, fenomeni che altrimenti resterebbero solo conoscenze astratte. Tecnologie che non sostituiscono il docente ma lo affiancano nello svolgimento delle lezioni. Il Ministero Italiano dell’Istruzione, il Miur, raccomanda infatti fra le linee guida dell’editoria digitale scolastica l’uso di ambienti immersivi 3D con attività ludiche integrate.

L’ingresso a Palazzolo Digital Festival è libero e gratuito

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *