Tempo di lettura: 2 minuti

Castell’Arquato, Piacenza. Non v’è miglior scenografia per il festival della lirica Luigi Illica dell’incantevole Castell’Arquato, bellissimo borgo medioevale e città d’arte, strategicamente situato sulle prime alture della Val D’Arda.

Il tradizionale appuntamento estivo nel borgo che ha dato i natali a Luigi Illica (1857-1919), poeta e librettista, ritorna sabato 27 luglio alle ore 21. Con due serate di anticipo, concerto e incontro, mercoledì 24 e giovedì 25.

In occasione del centenario della morte di Luigi Illica, illustre librettista e drammaturgo di Castell’Arquato che collaborò con i maggiori musicisti del suo tempo, quali Giacomo Puccini e Pietro Mascagni, è in programma un Gala d’Opera sabato 27 luglio alle 21 nella prestigiosa Piazza Monumentale del borgo medioevale di Castell’Arquato.

La massima onorificenza che il Premio Illica conferisce solo eccezionalmente, l’Illica d’oro, è stato assegnato in questa edizione 2019 al Premio Oscar Ennio Morricone, il più famoso e prolifico compositore di colonne sonore degli ultimi 60 anni e creatore anche di molte musiche assolute.

Il Premio Illica 2019 va a Philippe Daverio, insigne storico dell’arte, amministratore culturale e amatissimo divulgatore culturale televisivo e a Marco Tutino, il più prolifico e internazionalmente riconosciuto compositore d’opera italiana del dopoguerra. I cantanti lirici premiati quest’anno sono Aprile Millo, soprano, per un ventennio “regina” indiscussa del Metropolitan Opera di New York, Stefano Secco, uno dei tenori italiani di maggiore successo internazionale e Lucio Gallo, grande interprete mozartiano, di ruoli pucciniani e del ‘900.

I cantanti premiati condivideranno il palco con il famoso mezzosoprano Sarah M.Pungam e le voci emergenti dei soprani Maria Luisa Malfatti e Chiara Mogini, del tenore egiziano Ragaa El Din, il tenore spagnolo Facundo Munoz e il baritono italiano Jaime Eduardo Pialli. Sergio Alapont, noto direttore d’orchestra spagnolo, dirigerà l’Orchestra I Musici di Parma in una serata che alternerà le arie e i duetti più popolari di Puccini, Verdi, Bizet e Giordano alle canzoni di Nino Rota e Riz Ortolani, tratte dai film più amati del Premio Illica recentemente scomparso, Franco Zeffirelli.

La direzione artistica è affidata alla regista e scrittrice Vivien Hewitt, grande esperta di Puccini e nome legato ai grandi teatri di tutto il mondo. Presentatore del Gala sarà Paolo Zoppi, musicologo e direttore artistico del Club dei 27 di Parma.

Nell’ambito del Festival anche due eventi collaterali alla serata di gala: mercoledì 24 luglio in Piazza del Municipio alle ore 21 si terrà il Concerto Lirico “Omaggio a Illica e Puccini” dei giovani cantanti americani e canadesi dell’Accademia Operavision Millo – Vetere in collaborazione con “Renata Tebaldi Fondazione Museo” di Busseto (ingresso gratuito).

Giovedì 25 luglio, alle ore 18 presso la Biblioteca Comunale di Piazza del Municipio, Massimo Baucia, Conservatore del Fondo Antico della Biblioteca Passerini Landi di Piacenza terrà l’incontro “Lettere ad Illica” (ingresso gratuito).

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *