Valle Camonica, Brescia. Per il settimo anno consecutivo il mese di giugno in Valle Camonica sarà interamente dedicato alla riflessione sul tema di Alpi e sostenibilità attraverso gli assi portanti di ambiente, società, economia. Torna la Fiera della Sostenibilità nella Natura Alpina, da sabato 2 giugno a  domenica 1 luglio,  il contenitore di eventi e iniziative del Parco dell’Adamello – Comunità Montana di Valle Camonica con le aree protette di Rete Natura di Valle Camonica e la collaborazione del Distretto Culturale di Valle Camonica e Sapori di Valle Camonica.

In quanti modi possiamo attraversare un paesaggio? Con lo sguardo, perdendoci
nelle forme e nei colori. Con i nostri corpi, camminando lentamente, in sella a una
bicicletta, immergendoci nelle acque di un lago. Ma possiamo attraversarlo anche
tendendo l’orecchio: carpiremo i suoni della natura, ma anche quelli dell’uomo e
della sua vita in questo territorio.
Itinerari, escursioni, concerti, manifestazioni storiche, visite guidate; poi convegni, mostre, enogastronomia e molto altro in un programma fitto di iniziative con la vocazione di far scoprire a 360 gradi la Valle Camonica.

«La montagna è un rifugio» è il titolo di questa edizione 2018: molto spesso, infatti, le montagne vengono riconosciute come rifugio dove trovare momenti di vita alternativa alla città, un luogo dove vivere, magari per pochi giorni, in modo separato e discontinuo rispetto alla quotidianità. Lo stesso rifugio, inteso come edificio alpino, nell’immaginario urbano spesso rappresenta un’isola incontaminata fuori dalla contemporaneità, un luogo dove vivere momenti sereni e lontani dalla vita di tutti i giorni.

In realtà la montagna, le Alpi, sono un grande laboratorio, spesso un luogo in fermento, ricco di complesse interazioni e spesso in conflitto con le contraddizioni del vissuto urbano e dei suoi riflessi sulle comunità locali, rimanendo comunque un rifugio: un luogo “diverso” che non è una mera presa di distanza elettiva dal mondo, ma un esempio e una dimostrazione che si può vivere, studiare, lavorare e pensare in uno stile alpino, per molti aspetti forse migliore di tanti altri stili di vita.

Proprio a partire dal tema di “montagna come rifugio”, nell’Anno internazionale del cibo italiano nel mondo, Parco Adamello e Sapori di Valle Camonica hanno deciso di dare vita all’iniziativa “Assaporando i rifugi”.

Si è trattato di proporre il tema del cibo ai rifugi della Valle Camonica con l’ “adozione” di almeno una malga e una cantina camune, dando la possibilità agli escursionisti che verranno a visitare le montagne di assaggiare i prodotti del territorio, imparando a conoscerlo meglio anche attraverso i suoi sapori.

Hanno aderito 19 rifugi e gli abbinamenti con le malghe e le cantine sono stati raccolti in una brochure che resterà in distribuzione da maggio a settembre. Inoltre sia in questa brochure che nell’opuscolo con il programma della Fiera sarà possibile trovare un inserto da staccare e portare sempre con sé: qui sarà possibile apporre i timbri dei rifugi visitati e, a fine estate, con un minimo di 10 timbri sarà possibile consegnare questa sorta di “card” al Parco dell’Adamello per ricevere un omaggio.