Tempo di lettura: 2 minuti

Bergamo. La Fiera di Sant’Alessandro è l’appuntamento dedicato alla zootecnia e all’agricoltura tra i più attesi e importanti a livello regionale, da circa 12 secoli collegata alla festa del Santo Patrono di Bergamo. Zootecnica, agricoltura, equitazione, macchine e attrezzature, prodotti alimentari tipici sono i punti forte della 15ª edizione presso il nuovo polo fieristico, dal 31 agosto al 2 settembre in via Lunga Bergamo.

In fiera tutto il meglio in campo agricolo e zootecnico, con le ultime novità, i prodotti alimentari tipici, i servizi e la tutela ambientale; il grande spazio dedicato al settore equestre, con numerosi concorsi, tra cui quello internazionale dedicato ai purosangue arabi; la rassegna con centinaia di capi bovini per il commercio, tra gli appuntamenti regionali più attesi del settore zootecnico; la vasta area dedicata al country.

Il format della fiera è una delle carte vincenti della manifestazione, che affianca alla ricchissima parte espositiva numerosi e importanti eventi collaterali. La parte espositiva si caratterizza sempre di più per la qualità e la diversificazione ai massimi livelli. Nel padiglione A è tutto un trionfo di produzioni enogastronomiche, con annesse degustazioni di prodotti tipici alle quali non resistono nemmeno gli amanti delle diete. Nell’adiacente padiglione B si trova invece il meglio della meccanizzazione.

Un comparto con soluzioni sempre più hi-tech in grado di conquistare i campi agricoli sparsi in ogni angolo del pianeta. Con la FdSA il mondo contadino porta in città il meglio del mondo rurale, legato ancora ad antiche tradizioni ma anche impegnato quotidianamente a innovare produzioni e servizi con le più avanzate tecnologie. Un appuntamento imperdibile per gli operatori e i tanti appassionati del mondo green.

CONDIVIDI
Valerio Gardoni
Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *