Verona si prepara alla pacifica invasione di oltre 160mila visitatori: per quattro giornate, dal 5 all’8 novembre 2015, Fieracavalli riunisce il mondo del cavallo, sport, turismo, business e spettacolo.

Un salone che coinvolge inoltre i più importanti attori istituzionali tra cui il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, l’Associazione italiana allevatori, la Federazione europea sport equestri, la Federazione equestre italiana, la Federazione italiana turismo equestre e l’Associazione nazionale italiana cavallo arabo.

Logo_fieracavalli“Fieracavalli dà voce da oltre cento anni ad un settore che in Italia conta un milione e mezzo di cavalieri” – spiega Maurizio Danese, presidente di Veronafiere .

“Per questa edizione abbiamo scelto di sostenerlo puntando maggiormente sul binomio turismo e sport, quali strumenti di promozione per l’intero comparto equestre che, in tutta Europa, conta 49 milioni di potenziali appassionati”.

E proprio all’equiturismo, che conta in Italia più di 7mila chilometri di tracciati percorribili, è dedicato il progetto espositivo “La Valigia in Sella”, arricchito quest’anno grazie alla collaborazione con il Touring Club Italiano, che ha dato vita alla prima guida “Italia a Cavallo”.

Il volume, curato dai giornalisti Luca Fraioli e Federica Lamberti Zanardi, propone 21 itinerari in sella e viene presentato in anteprima nella giornata inaugurale di Fieracavalli, giovedì 5 novembre.

A Fieracavalli 2015 debutta, inoltre, il Salone del Turismo Rurale, start-up di Veronafiere che si svolge in contemporanea al Palaexpo, presentando nuove forme di turismo e divertimento green che caratterizzano le tipicità territoriali, raccontate da 200 espositori con show cooking, degustazioni e corsi di cucina.

Altro settore, decisamente in crescita, è quello dello sport. Spiega Mantovani: “Abbiamo investito molto in questo ambito per portare a Verona i campioni internazionali della Coppa del Mondo di salto ostacoli del circuito FEI e le giovani promesse. Per loro abbiamo allestito ben tre padiglioni dedicati, 5 ring di gara pari a 30mila metri quadrati di piste e tribune per 5mila posti a sedere, mille in più dell’anno precedente. E per la prima volta si potrà assistere alle competizioni fino alle ore 22”.

Spettacoli e divertimento, poi, sono ciò che rendono così trasversale e amata anche dal grande pubblico la manifestazione che, con le Notti di Fieracavalli, propone eventi fino alle ore 23.

Il Westernshow è uno degli appuntamenti più attesi di Fieracavalli, con due padiglioni che ospitano il meglio delle gare di monta americane di Team Penning, Cutting e Futurity, e il Campionato Europeo di Barrel Racing e Pole Bending.

Fieracavalli2014_FotoEnnevi

Per i più piccoli c’è il Villaggio del Bambino, pensato per scoprire il mondo del cavallo e della natura attraverso le numerose attività proposte: da dimostrazioni di equitazione americana, doma e comunicazione naturale, fino al battesimo della sella e all’ippoterapia.


Protagonista assoluto delle serate di sabato 7 e domenica 8 novembre, infine, è il Gala d’Oro “Ladies”, spettacolo di arte equestre, dedicato quest’anno alle donne, sempre più protagoniste nel mondo del cavallo, e con una guest star d’eccezione: l’amazzone Sylvie Willms, che con il suo lavoro in libertà insieme al primo gruppo di volteggiatrici al mondo e all’omaggio a Maria Callas, crea uno spettacolo di arte equestre unico e irripetibile.

‘Un cavallo per amico’ si conferma l’iniziativa dedicata alle scuole. Organizzata da Veronafiere in collaborazione con l’assessorato all’Istruzione del Comune di Verona e la Banca Popolare di Verona – Gruppo Banco Popolare, il progetto propone – giovedì 5 e venerdì 6 novembre – alle scuole primarie del Comune e della Provincia di Verona, spettacoli e percorsi dedicati al cavallo, alla natura e all’ambiente, in un’ottica di valorizzazione delle tradizioni e del territorio.

Per la prima volta, in occasione di Fieracavalli 2015, al padiglione 9 è presente anche un’area interamente dedicata al Horsemanship, con i rappresentanti del metodo di Monty Roberts e il Team Italiano Istruttori Parelli, per vedere e sperimentare un tipo di approccio al cavallo assolutamente naturale.

Presente all’interno del padiglione anche l’allevamento Yeguada Rana, voluto da Gian Luca Rana, per preservare la purezza e la storicità della razza spagnola e al contempo sostenere attività di solidarietà, dal momento che il ricavato della vendita di tutti gli esemplari viene devoluto in beneficenza.

Il quartiere fieristico apre le sue porte anche alla sera con le Notti di Fieracavalli dalle 20.00 alle 23.00. Tre serate, da giovedì 5 a sabato 7 novembre, dove cowboys e cowgilrs possono esibirsi e sfidarsi a ritmo di musica country al Saloon di Fieracavalli, assaggiare birre artigianali e addentrarsi in un bellissimo mercatino Vintage. E per tutti gli appassionati di sport equestre, per la prima volta è possibile assistere, anche alla sera, alle competizioni di salto ostacoli all’interno del padiglione 5 (giovedì, venerdì e sabato) e del Pala BMW (giovedì e venerdì).