Tempo di lettura: 2 minuti

Verona – In visita alle belle serre comunali, lungo bastione San Giorgio, ai giardini di Palazzo Rambaldi in via del Redentore, a Casa Storari Bruni in via San Vitale, nel Giardino Grigoletti in via Cantarane. E scoprire ancora una volta il giardino interno del Museo di Storia Naturale e il Bastione delle Maddalene, in un percorso di fine estate tra l’Adige e la collina.

Torna, dopo lo stop dello scorso anno, “Giardini aperti a Veronetta”. Sabato 11 e domenica 12 settembre, ben 28 spazi verdi del quartiere, solitamente chiusi al pubblico o di proprietà privata, saranno al centro di un percorso di visite, arricchito da un programma di eventi.

Ogni visitatore potrà scegliere da dove iniziare la propria visita creando un itinerario a misura, dalle ore 10 alle 18. Con il kit che verrà consegnato all’iscrizione, tra cui un braccialetto di riconoscimento, sarà possibile, mappa alla mano, entrare e uscire dai giardini, sorvegliati da 50 volontari. Così come partecipare agli eventi collaterali.

Anche in questa seconda edizione sarà possibile visitare giardini, cortili e spazi verdi di Veronetta, quartiere ancora marginalmente interessato dal turismo e ricco di giardini e percorsi nella natura.

Sono spazi privati e pubblici che raccontano la storia e le tante anime del quartiere e aiutano a comprendere l’insostituibile funzione delle piante all’interno dello spazio urbano.

 I giardini saranno aperti dalle 10.00 alle 18.00 sia sabato che domenica salvo alcuni che chiuderanno nella pausa pranzo. Controllate gli orari sulla mappa che potrete ritirare dopo l’acquisto del biglietto!

Ognuno sarà libero di programmare il proprio itinerario e scegliere i luoghi da visitare, senza un percorso prestabilito. Non sono previste visite guidate.

I giardini saranno aperti anche in caso di maltempo.

Ogni giardino sarà custodito da volontari, riconoscibili dalla maglietta, che hanno il compito di regolare gli accessi e tutelare lo spazio che ci è stato generosamente affidato.

Inoltre, nel giardino di Palazzo Bocca Trezza sarà allestita una mostra sulle trasformazioni avvenute nel corso dei secoli, a cura di Agile. E il Museo di Storia Naturale ospiterà l’esposizione “Ecosofia” a cura di Fonderia 20.9. Alla Galleria Quasi Fotografo saranno esposte immagini con libere interpretazioni di Giardino Giusti, grazie a Verona Fotografia.

Altri appuntamenti saranno invece dedicati alle corrette tecniche di potatura degli alberi (Palazzo Migliarese), alla conoscenza e cura delle piante in casa (Giardino Giusti), alla manutenzione del verde pubblico (Polo Universitario Santa Marta) ma anche a laboratori e letture per bambini (Parco di Castel San Pietro, Istituto Comboniani) e reading-concerti per gli adulti (Parco di Castel San Pietro). Molti locali di Veronetta terranno appositamente aperti i loro spazi durante il weekend per accogliere i visitatori.