Mi riscrive Flop

grafo_flop2

Adoro i recidivi, coloro che, dopo aver letto il referto sulla loro grafia, mi riscrivono, per ammettere o per contestare…coloro, quindi, che aprono un dialogo. Quindi, Flop, ringrazio e passo a sciogliere i suoi dubbi.

Ho scritto “diffidenza/difficoltà nel concedersi”, in quanto la capacità di relazionarsi, di mettersi in gioco in un rapporto dipende dal soggetto che vuole il rapporto stesso, amicale o affettivo che sia. Lei, carissimo Flop, mi dice che non a caso ha scelto questo nick.

Prendo atto…ma il Flop lo fa il tappo, quando esce dalla bottiglia, e può farlo per ben più di un motivo: o nel vino sono svanite le bollicine, o il sughero è non elastico, o la mano che ha voluto stappare, ha deliberatamente soffocato il lancio… Lei, mi scrive, non è “animatore di villaggio turistico”, ma nemmeno “lupo elitario e snob”…probabilmente, la formula che ho scritto era troppo sintetica, troppo tecnica, nella definizione. Mi scuso e passo alla spiegazione.

Così come per il suddetto tappo, i motivi per cui si entra in relazione non eclatante, sono molti. Nel Suo caso non è la sorte rìa, non sono le cattiverie comportamentali altrui che le impediscono di relazionare in modo gioioso (nel qual caso si dovrebbe scrivere “per reattività e scontrosità”), ma è la sua cautela di base, il suo analizzare il pelucco, la sua non completa spontaneità nelle situazioni in cui bisogna mettere in gioco sé, presentando le proprie doti migliori.

Lei non è capace di fare la ruota come i pavoni in amore…preferisce che le persone vengano da lei, la scoprano, non ama mettersi in mostra.
Anche il fatto di sottolineare che non crede “di possedere quelle doti sopra la media” che la sua grafia rivela è indicativo, non Le pare? Ma le doti di ingegnosità e di creatività, di amore per il bello e per l’armonia ci sono, che Lei voglia o no.

E qui mi permetto di ricordare che spesso si riscontrano, nel test grafico, doti POTENZIALI, che – purtroppo – non sono state ancora evidenziate, messe in luce dal soggetto che le possiede. Ma la vita è lunga. Quanto all’ Elitario?

Un pochino, sì, Flop lo è. Snob non direi. Non è la forma che gli interessa, ma il contenuto “vero”. Miglioramenti si sono riscontrati nel senso dell’Io e nella capacità di trovare soluzioni a problemi…già messe in atto, o ancora da applicare? Questo non posso saperlo….ma mi piacerebbe che cambiasse il nick in “W ME”

Anna Grasso Rossetti
Dopo l'insegnamento mi sono dedicata alla libera professione di: psicologa, perito grafico, esperto del segno presso i Tribunali, docente di psicologia della scrittura, di comunicazione fattiva e tecniche di rilassamento, consulente in Sessuologia, psicologa dello Sport. Sono iscritta al Collegio Lombardo Periti Esperti e Consulenti.