Tempo di lettura: 5 minuti

La prossima edizione della Biennale Internazionale dell’Antiquariato di Firenze (21 al 29 settembre, Palazzo Corsini) promuove la prima “Florence Art Week”.

Un “movimento” nelle parole di Fabrizio Moretti, Segretario Generale della BIAF che prende avvio dalla Biennale e che fa partecipare tutta la città e i suoi ospiti alla settimana dell’arte. Sono coinvolte alcune delle realtà artigianali più prestigiose, le Gallerie d’arte di Via Maggio e Via de Fossi, le storiche strade dello shopping d’arte, così come le boutique di Via Tornabuoni e Ponte Vecchio, che propongono eventi insoliti aperti a collezionisti e al pubblico in genere.

Alcune Gallerie fiorentine, dall’arte antica a quelle contemporanea inaugurano in occasione della BIAF delle esposizioni collaterali: dal 22 settembre al 30 novembre la Galleria Bacarelli Antichità organizza, in collaborazione con Botticelli Antichità e la Galleria Continua di San Gimignano, una mostra con opere di Michelangelo Pistoletto, Anish Kapoor e Daniel Buren in dialogo con opere rinascimentali e neoclassiche.

Da Frascione Arte in Via Maggio dal 19 settembre al 7 dicembre si tiene la mostra RAM Tra Novecento e Metafisica. La natura ricreata, a cura di Susanna Ragionieri. Sono esposte 34 opere di RAM, acronimo per Roger Alfred Michahelles (Firenze, 1898 – 1976), fratello del celebre Thayaht, tra cui due sculture, disegni, collage e dipinti che spaziano dai primi anni Venti fino alla seconda metà degli anni Sessanta, provenienti per la maggior parte dall’Archivio THAYAHT &RAM di Firenze e da collezioni private. Alcune opere sono esposte per la prima volta.

Il 19 settembre inaugura la mostra “La Firenze di Giovanni e Telemaco Signorini” e per l’occasione il pubblico potrà ammirare i Saloni storici del piano nobile di Palazzo Antinori. In mostra fino al 10 novembre, capolavori notissimi del maestro fiorentino ma anche opere che sono esposte per la prima volta.

Il Museo Novecento domenica 29 settembre offrirà l’ingresso gratuito ai visitatori. Da ammirare: la collezione permanente Alberto della Ragione, che annovera una vasta selezione di opere d’arte del XX secolo e le mostre attualmente in corso: Nel Novecento.

Da Modigliani a Schiele da De Chirico a Licini, con disegni di artisti italiani e stranieri di proprietà della Galleria Nazionale d’Arte Moderna e Contemporanea di Roma; Solo. Gino Severini, monografica che si concentra sulla produzione dell’artista toscano; Paradigma. Il Tavolo dell’architetto che vede protagonista l’architetto Adolfo Natalini; la personale di Sandra Vásquez de la Horra intitolata Aguas profundas; e ancora la prima personale in Europa del cinese Wang Yuyang, l’installazione site specific di Rebecca Moccia e la mostra del ciclo Campo Aperto dedicata a Lino Mannocci.

Alla Galleria Marletta dal 16 settembre al 2 ottobre, è visitabile la mostra XX IL GENERE FEMMINILE NELL’ARTE DEL ‘900 ITALIANO, circa un centinaio, tra dipinti, disegni, pastelli, bronzi, terracotta o ceramica, selezionate da Monica Cardarelli, direttrice della Galleria del Laocoonte. Sono opere di artisti italiani del XX secolo per dare un’idea di come il ‘900 abbia saputo vedere attraverso gli occhi degli artisti – ma anche di alcune artiste – il genere femminile nelle sue tante rappresentazioni o trasfigurazioni, tra cui Giulio Aristide Sartorio, Adriana Bisi Fabbri, Marino Marini, Afro, Edita Broglio, Alberto Ziveri, Alberto Martini, Leoncillo, Plinio Nomellini, Aristide Spadini e molti altri.

La Galleria Il Quadrifoglio il 20 di settembre apre la sua esposizione in Via de’ Tornabuoni 19, presso Palazzo Larderel, con una selezione di opere dal XVI al XX secolo, principalmente sculture, tra cui un’opera di Lorenzo Bartolini, busto di Rosalia Ventimiglia y Moncada, che resteranno visibili fino al 5 di ottobre.

Casa Botticelli (Piazza S. Felice 8) e Galleria Botticelli Antichità (Via Maggio 23) presentano una selezione di opere dagli anni ’50 agli anni ’70 di MARCELLLO FANTONI.
Scultore, medaglista e ceramista nasce a Firenze nel 1915 e studia all’Istituto d’Arte di Porta Romana allievo fra gli altri di Libero Andreotti e di Bruno Innocenti, Fantoni si rivela nel tempo uno fra gli artisti più impegnati nel recupero del valore dell’arte della ceramica fra memoria storica e rapporto con la contemporaneità.
La mostra apre sabato 21 Settembre dalle ore 16 alle ore 19 e sarà visibile fino a domenica 29, tutti i giorni dalle ore 12 alle 17.

Tethys Gallery in via dei Vellutini 17r, sabato 21 settembre ore 18.00 presenterà “l’Imaginaire des Ecorces” mostra fotografica i Janine Laurent Josi

Galleria Giovanni Turchi – Palazzo di Bianca Cappello -Via Maggio 42r
Sabato 21 settembre ore 17.30. IMPOSSIBLE HUMANS. Renaissance People 2 – Photo Shooting
Si terrà una sessione fotografica che fa parte del progetto di Impossible Humans, dedicata a persone e personaggi del nuovo Rinascimento in atto da e per Firenze nel mondo culturale, artistico, sportivo e sociale globale. Fotografi sul set Andrea Bigiarini (New Era Museum) e Stefano Amantini (FIPA) – Special guest Gianluca Ricoveri, Dilshad Corleone, Dieter Gaebel (New Era Museum)

Le boutique di Via Tornabuoni dal 21 al 29 settembre propongono un’esposizione di moto d’epoca davanti ogni boutique. Hanno aderito i brand più importanti con boutique in Via Tornabuoni: Dolce & Gabbana, Pomellato, Zegna, Celin, Locman, Tod’s, Loro Piana, Valentino, Casadei, Balenciaga, Zadig et Voltaire, Anne Fontaine, Armani, Gucci, Max Mara, Pucci, Hermes, Fendi, Burberry, Lotti, Fani, Saint Laurent, Tiffany. Hogan, Obicà, Versace, Ferragamo e ancora i F.lli Piccini di Ponte Vecchio.

In occasione della Biennale L‘Associazione Via Maggio invita a scoprire la bellezza della strada – pedonale per un giorno – con una mostra “open-air” tutta dedicata alle biciclette storiche. Più di trenta biciclette da collezione verranno esposte lungo la strada in occasione dell’inaugurazione della Biennale internazionale dell’Antiquariato di Firenze da quelle de La Certosina, la ciclostorica fiorentina per il ciclismo vintage e quelle provenienti dalla collezione delle “Botteghe fiorentine su due ruote” di Marco Paoletti dedicate agli antichi mestieri. Il tutto nella strada imbandierata a festa, sarà accompagnato dalle vetrine”medicee” in occasione del Cinquecentenario di Cosimo e Caterina dei Medici, mostre e presentazioni all’interno delle gallerie antiquarie e degli spazi d’arte contemporanea della via per concludere con musica e animazione con lo “Sdrucciolo in festa” fino a tarda sera. L’iniziativa è inserita nel calendario degli Eventi dell’estate Fiorentina 2019.

Inoltre, occasione da non perdere per gli amanti del contemporaneo, la visita alla Collezione Roberto Casamonti a Palazzo Bartolini Salimbeni in piazza Santa Trinita.
In mostra il secondo Novecento “secondo Roberto Casamonti”, una novantina di capolavori dagli anni Sessanta al nuovo millennio tra cui opere di Tony Cragg, Basquiat, Pistolletto, Boetti ed altri.