Apre lo sportello 2016 del Fondo di rotazione dedicato ai soggetti che operano in campo culturale per interventi di valorizzazione ed incremento della fruizione pubblica di beni culturali.

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 8,7 milioni di euro e sono così suddivise per tipologia di destinatario: 2,5 milioni per gli enti pubblici, 2,5 milioni per gli enti privati e 3,7 milioni per enti e istituzioni ecclesiastiche.

I progetti possono riguardare interventi di manutenzione straordinaria o il restauro e risanamento conservativo di beni immobili e devono avere un importo minimo di 100 mila euro.

L’agevolazione finanziaria potrà essere concessa fino ad un massimo del 70% del costo complessivo dell’intervento: per il 75% tramite finanziamento agevolato e per il restante 25% tramite contributo a fondo perduto pari al 25%.

La procedura informatica per la presentazione delle domande di agevolazione sarà accessibile a partire dal 6 giugno 2016 e fino al 30 settembre 2016.