E’ buio. Si intravede appena una creatura in tenera età. E il filo spinato. C’è un uomo che sta passando un bambino attraverso la recinzione. Siamo al confine fra Serbia e Ungheria. E’ il 28 agosto 2015.

E’ questa la fotografia che ha vinto sia il World Press Photo 2016 -il più importante concorso di fotogiornalismo al mondo, organizzato dalla fondazione olandese omonima fin dal 1955 – il primo posto nella categoria singoli Spot Notizie.

Il fotografo australiano Warren Richardson ha vinto con la fotografia “Speranza di una nuova vita”. Il suo scatto è stato scelto fra quasi 83mila foto, scattate da 5.775 fotografi.

La foto vincitrice
La foto di Warren Richardson che ha vinto il World Press Photo 2016

Warren Richardson è un fotogiornalista freelance che attualmente lavora nell’Europa orientale: nato nel 1968, è un autodidatta e si occupa di progetti a lungo termine su questioni sociali e ambientali. Ha vissuto in Asia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito.

L’anno scorso, al confine serbo-ungherese, si è occupato di migranti e rifugiati, e come altri fotografi e giornalisti è stato picchiato dalla polizia di confine.

Al tema dei migranti è legato anche un altro premio, quello assegnato alla categoria Storie nella sezione General News: l’ha vinto Sergey Ponomarev, che questo autunno ha seguito il flusso dei migranti da Lesbo fino ai paesi dell’Europa Orientale per il New York Times.

Le fotografie vincitrici.