Tempo di lettura: 2 minuti

Torna per il terzo anno l’appuntamento con il concorso fotografico “Fotosocial“, promosso dalle Acli di Roma e provincia.

Quest’anno, l’iniziativa ha come tema il contrasto allo spreco, in particolar modo quello alimentare, nel quale le Acli di Roma sono da anni impegnate grazie al progetto il pane A Chi Serve 2.0, e quello dell’acqua, specialmente in questo periodo estivo, nel quale la Capitale ha vissuto l’emergenza siccità.

Il pane A Chi Serve 2.0
Il progetto di recupero del pane invenduto si basa sempre sulla passione e sulla fondamentale presenza dei volontari che hanno percorso oltre 9.000 km nella città a bordo dei mezzi adibiti alla distribuzione dei generi alimentari. Il punto di forza dell’iniziativa è dato dalla rete in continua espansione e che oggi conta 42 forni, 44 organizzazioni e 5 Municipi.

Il concorso “Fotosocial”
Durerà fino al 31 ottobre, si rivolge a fotografi professionisti, non professionisti e instant e per partecipare basterà postare la propria foto sulla pagina ufficiale dell’evento di Facebook o Instagram con gli hashtag: #FotoSocialRoma, #AcliRoma, #NOalloSpreco.

Le prime 10 foto che otterranno più like su Instagram e Facebook verranno poi valutate e giudicate da una Giuria di esperti. Verrà quindi proclamato il vincitore che riceverà un buono Amazon dal valore di 300€, €200 al secondo e € 100 al terzo, mentre una somma di pari livello sarà donata ad un’organizzazione sociale a scelta del premiato.

Le foto finaliste inoltre daranno vita ad una mostra itinerante che verrà esposta nella città.

“Con il concorso fotosocial di quest’anno – spiegano gli organizzatori del concorso – vogliamo mostrare, in maniera costruttiva, quanto spreco c’è intorno a noi. La sfida è quella di usare una chiave educativa che sposi il linguaggio dell’arte, in questo caso la fotografia, con un approccio che sta molto a cuore a un movimento di pedagogia sociale come le Acli, con l’ulteriore obiettivo di stimolare l’interesse e il dibattito intorno a temi di importanza comune come il benessere e gli stili di vita sani ed eco-sostenibili per i quali tutti possono fare la propria parte”.

CONDIVIDI
Redattore Sociale
Il Network di Redattore sociale raggruppa diverse iniziative di informazione, documentazione e formazione sui temi sociali. A promuoverle è la Comunità di Capodarco di Fermo, dal 1966 una delle organizzazioni italiane più attive nell’intervento a favore di persone in difficoltà e oggi diffusa in varie regioni. Motore di questa rete è la redazione dell’Agenzia giornalistica quotidiana Redattore sociale, nata nel febbraio 2001 ed oggi attiva su un portale web riservato agli abbonati.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Esegui l'operazione aritmetica prima di inviare *