Tempo di lettura: 2 minuti

Tuffarsi nella storia e scoprire meravigliosi luoghi: imponenti e suggestive fortificazioni, dimore di grandi condottieri, luoghi di battaglie, cultura e leggende!

Giovedì 2 e domenica 5 giugno ultimo imperdibile appuntamento della sessione primaverile con i castelli, i palazzi e i borghi medievali della media pianura lombarda. L’occasione di scoprire luoghi ricchi di fascino  di solito non fruibili.

Dopo il successo dei primi appuntamenti, riprendono le attesissime giornate che aprono le porte e portoni di ben 24 manieri, dimore storiche e borghi fortificati sparsi su 4 province della media pianura lombarda. Con numerose novità nel cremasco e nella pianura bresciana e graditi ritorni anche nella bergamasca, dopo due anni di sospensioni per pandemia.

L’associazione Pianura da scoprire promuove l’apertura congiunta di tante realtà storiche, architettoniche e artistiche che altrimenti rimarrebbero per lo più chiuse al grande pubblico.

Piccoli gioielli pubblici o privati che saranno visitabili con accompagnamento e con l’organizzazione di eventi collaterali: da mercatini di antiquariato all’auto raccolta di fiori o ancora visite specifiche per bambini. Sempre molto apprezzata dal pubblico anche la formula proposta, vincente per semplicità e autonomia organizzativa: i visitatori possono liberamente scegliere quali e quante realtà visitare sulla base degli orari di apertura di ciascuna località.

Come sempre tutti i dettagli sulle realtà aperte, con orari, percorsi di visita, costi e prenotazioni  sono consultabili sul sito sempre aggiornato Pianura da Scoprire e sulla pagina Facebook.

La segreteria organizzativa dell’associazione Pianura da scoprire è disponibile per tutte le informazioni, chiamando al numero 0363 301452 o all’indirizzo mail: [email protected]

La prenotazione va effettuata telefonando o scrivendo al recapito indicato per ogni singola località ed è vivamente consigliata per garantirsi il posto, in quanto le visite guidate sono contingentate nel numero per non creare assembramenti, in particolare nei luoghi chiusi. Vige come sempre il rispetto delle disposizioni sanitarie in vigore al momento della visita.

Giornalista, fotoreporter, inviato, nato a Orzinuovi, Brescia, oggi vive in un cascinale in riva al fiume Oglio. Guida fluviale, istruttore e formatore di canoa, alpinista, viaggia a piedi, in bicicletta, in canoa o kayak. Ha partecipato a molte spedizioni internazionali discendendo fiumi nei cinque continenti. La fotografia è il “suo” mezzo per cogliere la misteriosa essenza della vita. Collabora con Operazione Mato Grosso, Mountain Wilderness, Emergency, AAZ Zanskar.